7°giornata — Atalanta, avanti tutta col Morale(z)…

maxi-moralez-atalantaPartita non da incorniciare sul piano del gioco ma la strada della concretezza sembra essere quella giusta da percorrere per la Dea ( modulo a parte). Inizio di partita blando in un tardo pomeriggio autunnale di un Bentegodi freddo e umido. E’ Maxi Moralez il bomber di giornata che porta i nerazzurri in vantaggio al 16’ del primo tempo con una bella girata al volo in un area di rigore che lo vede battere clamorosamente indisturbato il portiere del Chievo. Vale la regola gol sbagliato,gol subito. E’ infatti il bergamasco Paloschi un minuto prima a spedire la palla malamente sopra la traversa di Consigli da posizione favorevole.Sfatato finalmente un tabu’ che non vedeva mai vittoriosi i nerazzurri sul campo del Chievo. Seconda vittoria consecutiva e difesa inviolata per la terza volta. Vittoria importante e scaccia crisi. Anche la fortuna ride alla Dea: rigore non fischiato da Doveri al 5’ st per entrata di Bellini su Thereau. Rigore che viene confermato dalle immagini televisive ( presidente Chievo porge l’altra guancia).Decisiva inoltre una super parata di Consigli nei minuti finali su incornata di Pellissier a deviare miracolosamente la palla sopra la traversa.Migliori in campo quindi il ritrovato Maxi Moralez ed Andrea Consigli ( parata che vale quanto un gol e vale i tre punti). Tifosi che possono tirare un sospiro di sollievo e classifica che finalmente ride. Giocatori e mister possono affrontare la pausa di campionato con piu’ serenita’ e consapevoli delle possibilita’ di questa Atalanta che con la mentalita’ giusta ed il coltello tra i dent puo’ guardare con fiducia alla ripresa di campionato che ci vedra’ impegnati in casa contro la Lazio.

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).