A fari spenti (anche mediaticamente)…sbattendo contro gli ostacoli

Roma-Inter serie APoch i giorni fa si A? conclusa la telenovela del cambio presidenziale, A? stato cosA� definitivamente rimosso un pesante ostacolo (del cuore) che, volenti o nolenti, ha sicuramente inciso in qualche modo sulle vicissitudini di una squadra definita dal suo stesso inno pazza.

Rimosso questo inpalpabile “ostacolo”, ecco che se ne A? presentato immediatamente un altro: la traversa colpita da Juan Jesus alla��ultimo minuto del match a Bologna non A? che la��ultimo degli innumerevoli ostacoli che hanno fatto inciampare o zoppicare mister Mazzarri.

Il saltatore WM dimostra di potere e saper saltare, arriva in finale e sta anche per vincere, ma cade alla��ultimo salto e si sente dire di non essersi meritato la finale.

In un Inter che di salti decisivi ne ha raggiunti tanti, dimostrando di volta in volta di meritare quasi sempre la vittoria, il colpo di sfortuna finale non A? mai mancato. Dallo svarione su Vidal al tiro deviato a Trieste, dal rigore rgalato alla Roma fino alla traversa di Juan, A? stata la dea bendata a (non) farla da padrone.

Poi, A? chiaro, non A? solo colpa della sfortuna se i nerazzurri non sono primi in classifica, e nemmeno delle decisioni arbitrali. La��Inter sta prendendo forma, bisogna darle tempo.

Purtroppo si sa, aspettare non A? proprio il forte della��opinione pubblica.

Possiamo consolarci pensando che nemmeno a Mourinho si voleva dare troppo tempo, nonostante nessuno se ne sia accorto piA? di tanto date le grandi prestazioni arrivate fin da subito sotto la guida del portoghese.

A quel tempo il a�?rumore dei nemicia�? faceva capolino al minimo passo falso che la Beneamata compieva, per poi sparire costantemente a seguito delle incessanti vittorie che arrivavano. Nemmeno oggi quel rumore si sente, e la causa (o il merito) A? sempre della posizione in classifica, ora come ora non la prima.

E qui viene da chiedersia�� PerchA� voi giornalisti tacete le critiche proprio adesso? Sotto la guida del giovane Strama il fracasso era assordante, e proprio quando arriva uno da cui aspettarsi tanto ed un ricco Indonesiano rileva le quote il mondo si zittisce…

Segnali da tenere da��occhio.

Il silenzio A? causato dalla��indifferenza e dalla scarsa fiducia dei media, che sempre piA? spesso attribuiscono alla��Inter doti sufficienti a malapena per la conquista del terzo posto. E pensare che, oltre a vari giocatori che sono motivatissimi, il mister sottolinea con regolaritA� la necessitA� di disputare unA� campionato pensando sA� a se stessi, ma sempre con un occhio al primo in classifica.

Misteri dal mondo del calcioa��

Ma WM si riscalda e si prepara a ripartire, sperando che la��ultimo ostacolo non giochi altri brutti scherzia��

Jacopo Brama

About Jacopo Brama

View all Posts

Un lunedì di tanti anni fa, seduto all’ultimo banco di una terza elementare, conobbi la prima pagina della Gazzetta e ne rimasi folgorato. Qualche primavera dopo porto nel cuore lo stesso sogno: trasmettere al mondo sentimenti ed emozioni che solo lo sport sa regalare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.