Al Castellani brusca frenata della Lazio ad Empoli (1-0)

Image00040

Brusco stop della Lazio contro la��Empoli. Una sconfitta che interrompe una serie positiva di cinque vittorie e un pareggio. La Lazio offre una prova, in termini di gioco e temperamento, al di sotto delle attese.A�TATTICAA�SarriA� schiera un 4-3-1-2: davanti alla porta di Sepe, linea difensiva formata Laurini e Mario Rui sulle fasce, Barba e Rugani al centro; a centrocampo Vecino, Valdifiore e Croce; Zielinski in appoggio alle punte Maccarone e Pucciarelli (questa��ultimo preferito a Tavano). A�La scacchiera biancoceleste, con il collaudato modulo 4-3-3, vede in difesa Cavanda, De Vrij, Ciani e Braafheid; mediana con Biglia in regia, Parolo e Lulic sulle ali; reparto offensivo con Djordjevic centrale, e Candreva e Mauri esterni.A�CRONACAA�A�La��Empoli crea i primi pericoli su calcio piazzato. Al 2a�� una punizione di Maccarone, dal limite, A? ribattuta dalla barriera, sfera rigiocata da Vecino che conclude fuori. Alla�� 8a�� ancora una punizione di Maccarone, dai venti metri, sfila a pochi centimetri dal palo sinistro. A seguire, i migliori spunti offensivi sono a favore della Lazio. Al 9a�� Candreva raccoglie un diagonale di De Vrij e scarica il destro ad incrociare, che si spegne sul fondo. Poco dopo, Lulic pennella al centro, lo stacco di testa di Djordjevic non inquadra, di un soffio, la porta. Al 14a�� la semirovesciata du Parolo, su sponda di Djordjevic, A? imprecisa. Al 34a�� Biglia, su punizione, innesca il possibile inserimento di De Vrij, anticipato da un difensore toscano in angolo. La prima frazione scorre senza ulteriori sussulti. La��equilibrio si spezza nella ripresa, con la��Empoli che mette a segno un micidiale uno-due. Al 7a�� su angolo di Valdifiori, elevazione di Barba che, di testa, infila alle spalle di Berisha. Passano tre giri di lancette e giunge il raddoppio: punizione di Mario Rui, amnesia della difesa biancoceleste, e Maccarone incenerisce Berisha. La Lazio rientra nei radar della partita al 22a��. Lancio di Biglia verso Candreva sul fondo, cross millimetrico per la��incornata vincente di Djordjevic. I capitolini accorciano le distanze e inseguono il pareggio. Al 32a�� Sepe rintuzza un colpo di testa di Ederson in tuffo. Al 35a�� la��incursione offensiva di Ciani, su assist di Candreva, A? allontanata in angolo da Rugani. Nella��ultimo minuto di recupero, da dimenticare il tiro di Felipe Anderson, originato da una punizione di Biglia respinta dalla barriera. Giornata no della Lazio che perde la possibilitA� di consolidare il terzo posto; A�vince la migliore organizzazione dell’Empoli.A�A�A�TABELLINIA�EMPOLI:A�Sepe 6, Rui 6, Laurini 6 (24a�� st Hysaj 5), Barba 6.5, Rugani 6, Croce 6, Valdifiori 6, Vecino 6, Zielinski 5 (13a�� st Laxalt 5), Pucciarelli 5 (35a�� st Bianchetti sv), Maccarone 6.5. In panchina: Pugliesi, Bassi, Moro, Signorelli, Mchedlidze, Tavano, Rovini, Aguirre. Allenatore: 6.5A�LAZIO:A�Berisha 5, Cavanda 5, De Vrij 5.5, Ciani 5.5, Braafheid 5 (13a�� st Klose 5), Parolo 6 (32a�� st F. Anderson sv), Biglia 6, Lulic 6, Candreva 6, Djordjevic 6.5, Mauri 5 (43a�� pt Ederson 6). In panchina: Guerrieri, Strakosha, Pereirihna, Konko, Gonzales, Onazi, Ledesma, Cana, Novaretti. Allenatore: Pioli 5A�ARBITRO:A�Mazzoleni di Bergamo 6.5A�MARCATORI:A�7a�� st Barba (E), 10a�� st Maccarone (E), 22a�� st Djordjevic (L)A�NOTE.A�Ammoniti Cavanda (L), Ederson (L), Rui (E). Angoli: 3-4. Recupero: 2a�� pt; 3a�� stA�A�

Fanny Rocca

About Fanny Rocca

View all Posts

Laureata in Dams, indirizzo spettacolo, e giornalista pubblicista dal 2008. Collaboro con un quotidiano locale, seguendo lo sport e, all'occorrenza, eventi di politica e cultura. In passato, addetto stampa di una squadra di basket, militante in C1, e redattrice per siti sportivi on line.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.