Al Franchi il Napoli annienta una Viola in caduta libera (0-1)

9

Sembrano ormai passati i vecchi tempi delle sontuose vittorie e del gioco divertente che caratterizzava una grande Fiorentina, lo dimostra anche la partita di ieri col Napoli, primo posticipo della serata domenicale. Nonostante la Viola abbia giocato in casa il gioco è stato modesto, azioni poco fluide e – come spesso accade quest’anno – zero gol. A castigare la squadra di casa ci ha pensato il solito Higuain che, sfruttando un maldestro rinvio della difesa, ha piazzato a mezz’altezza una bomba imparabile per l’incolpevole Neto. La reazione della Fiorentina è stata più di nervi che di sostanza, tanti i tiri di Ilicic dalla distanza ma inutili; tra l’altro lo sloveno è stato l’indiscusso protagonista (negativo) della serata…Due i suoi gesti poco educati: al terzo minuto butta la fascia del lutto a terra, e per ultimo durante la sostituzione, accompagnato da una valanga di fischi, zittisce la curva. Una serata assolutamente da dimenticare,non solo per la Fiorentina ma per certi versi anche per il Napoli, ieri sera Lorenzo Insigne si è procurato infatti la rottura del crociato, e perdere un giocatore così non è affatto semplice per i partenopei sull’onda del periodo molto positivo. Al centro delle polemiche pure Montella, soprattutto per le formazioni che schiera, molti giocatori fuori ruolo e soprattutto molti giocatori trascurati,come Richards,Vargas, Badelj e molti altri atleti talentuosi giocatori che scendono in campo molto raramente…

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*