Alex Sorgente, giovane re dello skateboard

alex1

Tra gli sport che in Italia vedono crescere ogni anno il loro numero di praticanti certamente lo skateboard assume un posto di rilievo, da podio sistematico, soprattutto tra gli adolescenti.

Le ragioni di tale successo sono facilmente individuabili. Il piA? importante contributo al suo sviluppo va ascritto senza dubbio alla nascita, negli anni novanta, del fenomeno dei rollerblades. I pattini in linea, nuovo ecologico mezzo di spostamento, movimento ed attivitA� fisica hanno da allora soppiantato e cancellato in un amen i “vecchi” pattini a rotelle, potendo regalare a chi li indossa un nuovo concetto di libertA� ecologica.

Al traino dei pattini in linea si sono agganciati i “cugini” dei rollerbladers, proprio gli skateboarders che hanno furbescamente beneficiato di tutti i nuovi spazi messi a disposizione da Comuni e cittA�: vecchi velodromi in disuso sono rifioriti, piste ciclabili dove allenarsi sono sorte dal nulla, le piste di pattinaggio sono state addobbate con tutto ciA? che puA? far risaltare la differenza tra uno skater normale ed uno “figo”.

Prima di quegli anni essere skater significava solo essere pionieri di una cultura non ancora digerita e di una realtA� appartenente ad ancora troppe poche persone per essere definita tale.

Rampe, scivoli, paraboliche, ringhiere, scalini sono cosA� diventati anche in Italia i luoghi, anzi, gli strumenti sui quali un bravo skater puA? dimostrare a tutti le sue capacitA�: coraggio,A�equilibrio,A�fantasia, determinazione, sfrontatezza sono armi indispensabili per elevarsi sopra alla massa, nA? piA? nA? meno del look da “californiano”, must per non sfigurare; berrettino o caschetto, pantaloni tipo rapper, ginocchiere e vans ai piedi.

Red Bull, storico marchio da sempre sponsor di sport dove pazzia e spirito libero vanno a braccetto, ha abbracciato da tempo questa specialitA� ed ha tra le sue fila un promettente, fortissimo skater, Alex Sorgente.

Alex, 14enne italo-americano promessa internazionale dello skate A? stato consacrato lo scorso weekend a Varazze il a�?Gladiatorea�? del Vans Off The Wall Spring Classic 2012, la competizione di skateboard a cui hanno preso parte i piA? grandi atleti da��Europa.
Il titolo di a�?Gladiatorea�? viene assegnato allo skater che dimostra piA? forza di resistenza e spirito di volontA� in tutto il weekend del contest e questa��anno proprio Alex ha dimostrato di essere degno di questa qualifica, andando a rimarcare la sua grande passione per questo sport e la��immenso impegno con cui sta affrontando tutti gli appuntamenti internazionali, in cerca della sua affermazione tra i migliori skater del mondo.

Alex, nato in Florida da mamma statunitense e papA� italiano, a soli 15 anni ha giA� vintoA�23 campionati, piA? di 50 contestA�e detiene ben due Guinness World Record: maggior numero, 15 in 30 secondi, sia di Frontside Boneless che di Axle Stall, due tra i piA? famosi trick.

Alex si A? giA� rotto il piede in 4 punti, a dimostrazione che il suo sport non A? proprio da signorine. Ma il ragazzo ha le idee chiare, tanto che lo si puA? giA� definire, a dispetto dei suoi soli 15 anni, giA� un professionista.

Non ci resta che seguirlo e tifare per lui, certi che i suoi successi contribuiranno a far conoscere e crescere ancor piA? lo skate in Italia nonchA? ad esaltare la sua e la nostra italianitA�.

About Matteo Brama

View all Posts

Veronese, alle soglie dei 50 anni ha 5 amori (Barbara, Jacopo, Joe, l'Inter e L'Hellas) e per non essere da meno pure 5 amanti (la corsa, la bici, la fotografia, la scrittura e lo sport in generale). Sportivamente parlando vanta un paio di record di cui va fiero: maggior numero di sport praticati in vita (ne ha perso il conto) nonché maggior numero di infortuni e fratture (che gli hanno valso il meritato soprannome di Swarosky). Nella sua quarantennale carriera sportiva è stato giocatore, guardalinee, arbitro, dirigente, presidente, allenatore, giornalista-fotografo-scrittore sportivo...Sta seriamente pensando di taroccare la carta d'identità per poter partecipare al corso arbitri e chiudere il cerchio per entrare nel guinness dei primati. E' fondatore e promotore di SportBloggers.