Amichevole di lusso e prestazione coi fiocchi, l’Italia del basket umilia la Germania (91-59)

Image00195Al PalaTrento la��Italia della palla a spicchi fa la��esordio nella Tregiorni della Trentino Cup (giunta alla terza edizione) sfidando la rivale piA? accreditata del terzetto di contendenti, la Germania dotata di buone individualitA� in quello che dovrebbe essere un primo buon test per il gruppo comandato dal coach Pianegiani, radunatosi giA� da qualche giorno in “preparazione” con l’obiettivo di ottenere il pass per gli Europei.
Per la prima amichevole stagionale nelle fila italiane mancano ovviamente le star milanesi (Gentile, Melli ed Hackett) che hanno da poco concluso il campionato e si stanno godendo il meritato periodo di vacanze e le stelle NBA (Bellinelli, Bargnani e Gallinari) ad eccezione di Datome, capitano per la��occasione.

CRONACA

A dispetto delle premesse di una gara equilibrata, bastano invece un paio di minuti per capire che la��Italia farA� un sol boccone della compagine tedesca. Alla fine del primo quarto sono giA� 10 i punti di vantaggio (26-16), col beniamino di casa Davide Pascolo assolutamente incontenibile, 4/4 in 5a�� per il primo allungo degli azzurri, mentre gli avversari trovano punti solo in un ottimo Zrbes, con un 3/4 sul pitturato per lui ed un ottimo +9 di valutazione.

Col secondo quarto cominciano i cambi da entrambe le parti, rotazioni che se indeboliscono la formazione teutonica non sembrano invece incidere negativamente sui nostri, decisamente avanti alla��intervallo (54-30) con un notevole 65% dal campo da due (15/23): mattatore del periodo uno sempre piA? strepitoso Pascolo (arrivato a 7/7) ed in deciso spolvero Datome che sale in cattedra col suo 3/4 da tre, 11 punti in un tempo.

Nel terzo quarto la��Italia rallenta, solo 14 punti che permettono ad una Germania un poa�� piA? convincente di limare il gap sotto ai 20 punti (68-47), col solo Aradori a realizzare piA? della metA� dei punti nostrani (9) con un piA? che buono 4/6 da due.

Nella��ultimo perido A? la volta di Polonara a fare sfracelli, con una bombe ed un paio di schiacciate da urlo che allargano il gap ad un convincente +32 finale (91-59). Nota di merito per Pascolo, che chiude la sua gara perfetta con un 8/8 finale ed un 29 finale di valutazione che merita applausi a scena aperta.

About Matteo Brama

View all Posts

Veronese, alle soglie dei 50 anni ha 5 amori (Barbara, Jacopo, Joe, l'Inter e L'Hellas) e per non essere da meno pure 5 amanti (la corsa, la bici, la fotografia, la scrittura e lo sport in generale). Sportivamente parlando vanta un paio di record di cui va fiero: maggior numero di sport praticati in vita (ne ha perso il conto) nonché maggior numero di infortuni e fratture (che gli hanno valso il meritato soprannome di Swarosky). Nella sua quarantennale carriera sportiva è stato giocatore, guardalinee, arbitro, dirigente, presidente, allenatore, giornalista-fotografo-scrittore sportivo...Sta seriamente pensando di taroccare la carta d'identità per poter partecipare al corso arbitri e chiudere il cerchio per entrare nel guinness dei primati. E' fondatore e promotore di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.