Atalanta ottimo bunker, solo all’ultimo assalto Jo-Jo regala i tre punti all’Inter (1-0)

Image00024

Esordio di campionato con beffa per la Dea che al 93’ vede sfumare un pareggio che ormai aveva quasi in cassaforte. E’ una magia di Jovetic’ a sancire la sconfitta della Dea. Ad onor del vero, al di là della prodezza, il montenegrino in occasione della rete viene completamente dimenticato dalla difesa atalantina. La partita nel primo tempo e’ equilibrata e mostra un’Atalanta che difende senza troppi affanni ed un Inter che non ha ancora il passo svelto dei momenti migliori. Novita’ rispetto alle previsioni e’ lo schieramento da parte di Reja di Moralez e Gomez con D’Alessandro in panchina. E’ proprio il Papu ad avere un’occasione ghiotta al 3’ che spreca malamente calciando alle stelle da posizione più che favorevole. Fino al 40’ non vi sono tiri in porta, poi l’Inter crea le sue due prime palle gol della partita. Prima De Roon ( migliore degli atalantini assieme a Sportiello) salva anticipando Jovetic appena prima del tiro su un pallone messo in area da Palacio, poi un tiro di Jovetic viene respinto da Sportiello con il piede. La partita riprende nel secondo tempo con la manovra dell’Inter che appare molto lenta tanto da non destare particolare affanno all’ordinata difesa atalantina. Gli equilibri vengono definitivamente spezzati al 26’ quando arriva il secondo giallo per Carmona ( in 6 minuti) che lascia l’Atalanta in dieci per il finale. Ottimo l’esordio in campionato dell’olandesino Marten de Roon che gioca con l’autorità e la prudenza tattica di un veterano. Chissa’ quanti atalantini nel vedere le movenze in campo dell’olandese hanno pensato al capitano del passato Stromberg ( il paragone lascia ben sperare).Tutti sufficienti gli atalantini all’esordio di campionato ed amaro in bocca per mister Reja che pur facendo bene non porta a Bergamo i primi punti in classifica.

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*