Avellino ringrazia Ardemagni: finisce 0 a 0 con lo Spezia!

dsc_0639

Il match tra irpini e liguri termina a reti bianche: un tempo ciascuno, ma i liguri possono recriminare di piA? perchA� nella ripresa hanno sprecato un rigore e si sono divorati due clamorose palle goal. Perugia capolista solitaria a punteggio pieno.

Dopo il pesante ko rimediato la scorsa settimana a Cittadella, la��Avellino era chiamato a rialzarsi dimostrando che quello del Tombolato era stato solo uno sporadico episodio. Missione compiuta a metA�: i lupi sfoderano una prestazione tutta cuore e grinta e con un pizzico di fortuna riescono a mantenere la loro imbattibilitA� casalinga (non perdono in gare ufficiali dallo scorso 12 aprile) e incamerano un punto da��oro. GiA� perchA� dopo la��espulsione di Ely al 12esimo della ripresa, il match A? completamente cambiato: lo Spezia ha sciupato un rigore con Ardemagni e si A? divorato altre due clamorose palle goal, complice anche uno strepitoso intervento di puro istinto di Gomis su Madonna. Insomma tutta��altra musica rispetto ai primi 45a�� di gioco, quando erano invece stati i biancoverdi a imporre il proprio gioco e creare diverse occasioni da rete.

A conti fatti un pareggio giusto che ridA� serenitA� alla��ambiente irpino, che ingiustamente e troppo frettolosamente aveva giA� bocciato le scelte tecniche e dirigenziali e criticato aspramente e immeritatamente alcuni calciatori. La squadra A? viva, ha dimostrato di avere carattere e una identitA� ben definita.

Lo stesso mister Rastelli a fine gara A? apparso soddisfatto per la prestazione, ma anche per la consapevolezza di poter contare su una rosa valida che gli permette di variare modulo e uomini in corsa. Ottimi in tal senso sono stati gli inserimenti dal primo minuto di Regoli sulla fascia destra e di Da��Angelo come interno di centrocampo, con il conseguente spostamento di KonA? in mezzo al campo. Insomma i tifosi possono e devono stare tranquilli: Castaldo e compagni se la giocheranno sempre con tutti fino alla fine. Dove potranno arrivare A? difficile e prematuro da dire, ma, in tal senso il tour de force che si prospetta nei prossimi sette giorni, con la doppia trasferta in terra laziale contro Latina prima e Frosinone poi, seguita dalla��impegno casalingo con il Livorno, sicuramente potrA� dirci qualcosina in piA?a�� intanto fiducia, serenitA� e ottimismo!

 

Il punto sulla terza giornata

La terza giornata del campionato di Serie B si A? chiusa ieri sera con il posticipo tra Livorno e Latina, terminato sul punteggio di 1 a 1. I pontini in vantaggio con Crimi e anche di un uomo non riescono a chiudere il match e vengono raggiunti nel finale da un calcio di rigore trasformato da Cutolo.

Unica formazione a punteggio pieno dopo 270 minuti A? il neo promosso Perugia, che vince di misura sul Catania decretando la��esonero del tecnico Pellegrini e la��arrivo sulla panchina etnea del navigato Sannino, cui A? affidato il compito di risollevare le sorti di una squadra costruita per risalire immediatamente in massima serie ma che si ritrova ad essere fanalino di coda del torneo (seppur in coabitazione) con un solo punto. Alle spalle degli umbri a quota sette punti il Trapani, che vince in rimonta contro un ostico Cittadella e la Ternana, che con una rete di Avenatti espugna Vicenza.

Sorridono finalmente Bologna e Brescia, che incamerano i primi tre punti della stagione: i rossoblA? in un pirotecnico anticipo superano il Pescara per 3 a 2, mentre a regalare ai lombardi la vittoria contro la��Entella A? stata una rete di Di Cesare. Fa festa anche mister Novellino che con il suo Modena supera la Pro Vercelli al 91′ grazie alla rete di Granoche; recupero prezioso anche per il frusinate Paganini, che al 96′ agguanta il pari per gli uomini di Stellone contro il Bari, passato in vantaggio al 40′ grazie al sigillo di Donati. A chiudere il quadro della giornata i pareggi di Carpi e Lanciano entrambe bloccate sulla��1 a 1 rispettivamente con Crotone e Varese

 

Risultati e marcatori 3^ giornata:

Avellino-Spezia 0-0

Pescara-Bologna 2-3 [(28′ Buchel (B) 30′ Acquafresca (B) 37′ Casarini (B) 52′ Salamon (P) 67′ Maniero rig. (P)]

Crotone-Carpi 1-1 [12′ Dos Santos (CR) 91′ Poli (CA)]

Frosinone-Bari 1-1 [40′ Donati (B) 96′ Paganini (F)]

Modena-Pro Vercelli 1-0 [91′ Granoche (M)]

Perugia-Catania 1-0 [80′ Falcinelli (P)]

Trapani-Cittadella 2-1 [24′ Coralli (C) 40′ Mancosu (T) 80′ aut. Valentini (C)]

Varese-Virtus Lanciano 1-1 [4′ Vastola (VL) 61′ Neto Pereira (VA)]

Virtus Entella-Brescia 0-1 [77′ Di Cesare (B)]

Vicenza-Ternana 0-1 [45a�� Avenatti]

Livorno-Latina 1-1 [48a��Crimi (Lt), 89a�� Cutolo (rig. Li)]

 

Classifica:

Perugia 9

Ternana e Trapania 7

Carpi, Lanciano, Latina e Livorno 5

Avellino, Cittadella, Bari, Bologna, Frosinone, Spezia e Modena 4

Brescia, Vercelli e Varese (-1) 3

Pescara 2

Crotone, Catania, Vicenza ed Entella 1

Nicola Iannaccone

About Nicola Iannaccone

View all Posts

"In una serata primaverile di un lontano aprile del XX sec., nasceva nella ridente e verde Avellino, Nicola Iannaccone, per tutti NIKO… l’insegnante precario, l’archeologo fossilizzato, il giornalista sfaccendato, il fotografo movimentato, l’incallito viaggiatore, l’inguaribile sognatore, l’autista impaziente, il calciatore scalciato, il Gascoigne misurato, il tennista smanettato, lo sportivo attapirato, ma soprattutto il tifoso sfegatato. Di chi? Dei lupi biancoverdi ovviamente, che non hai mai tradito, né abbandonato, al punto da aver fatto richiesta per avere residenza e domicilio presso la curva Sud del Partenio!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.