Basker Serie A: Avellino lotta e batte una buona Virtus

A Casalecchio A? di scena Bologna a�� Avellino. Primo quarto in cui la Sidigas inizia subito forte. Strappa la palla a due e si butta con convinzione nella metA� campo avversaria. Ivanov e Thomas fanno il bello e il cattivo tempo costringendo i lunghi avversari ad un surplus di lavoro. Anche Lakovic sembra in palla e mette subito una tripla dalla lunga distanza. A due terzi del quarto Avellino raggiunge il massimo vantaggio (+11) e Vitucci decide di dare respiro a Lakovic e Ivanov, mettendo dentro Spinelli e Dragovic. La differenza si vede e Bologna recupera qualche punto chiudendo sul 18-25.

Secondo quarto con la Virtus che prova a rientrare dallo svantaggio sfruttando la��ottima vena di Walsh. Stoppata mortifera di Jordan su Thomas e Avellino non riesce a segnare. Vitucci prova Biligha al posto di Thomas e dopo 3 minuti Avellino torna a bucare la retina. Con la��ingresso di Ivanov cambia la��inerzia del quarto. Rimbalzi, falli subiti e una tripla riportano Avellino in vantaggio ma Bologna non molla e a tre minuti dalla sirena di metA� partita rimane ad un possesso di distanza. Tante azioni sprecate dalla��una e dalla��altra parte ma Bologna riesce ad essere piA? incisiva nelle penetrazioni e chiude il secondo quarto in vantaggio seppur di una sola lunghezza (38-37). Avellino tira con sufficienti percentuali dalla��arco dei 6.75 (4/15) mentre da due punti i giocatori biancoverdi sbagliano 8 conclusioni in piA? di Bologna realizzando il medesimo numero di tiri (10). La Virtus supera la Scandone anche nei rimbalzi (21 a 16) mentre mette a referto solo 4 assist contro i 9 della squadra avellinese.

Al rientro dagli spogliatoi Bologna schiera il Motum che non ti aspetti. Due tiri da tre e un fallo subito sul terzo tentativo dalla lunga distanza consentono alla Virtus di tenere ad un possesso Avellino. Jordan commette il quarto fallo ma coach Bechi rischia e non lo fa uscire. Il giocatore ricompensa la fiducia della��allenatore con una penetrazione da tre punti (2+1 con fallo di Thomas) alla quale risponde Lakovic con una tripla allo scadere dei 24 secondi. Terzo quarto che si chiude sul 58-59 con entrambe le squadre che non riescono a dare la spallata decisiva alla��inerzia della��incontro.

Ultimo quarto e Vitucci mette Dragovic per far respirare Thomas visto un poa�� appannato al termine del terzo periodo. Il lungo serbo sembra finalmente tenere botta e riesce anche a realizzare un canestro da sotto la tabella. Lakovic sembra non poter reggere un minutaggio superiore e, come avvenuto in passato, viene sostituito. Stavolta perA? Vitucci sceglie Cavaliero e non capitan Spinelli nel ruolo di regista. A�Due triple di Ivanov allargano la forbice a + 5 quando sul cronometro mancano poco piA? di due minuti. Lakovic non riesce per la seconda volta nel match a servire Thomas dopo il blocco del centro e Bologna in contropiede si porta sul 71 pari. Le squadre hanno paura di perdere e sbagliano conclusioni facili. La palla scotta e Bologna a tredici secondi dalla fine non riesce a concludere la��azione da��attacco facendo scadere i 24 secondi. Time out e ultimi tredici secondi al cardiopalma con Avellino in vantaggio di un punto e palla in mano. Palla ad Ivanov e fallo sistematico della Virtus. Il lungo biancoverde realizza il primo e il secondo tiro, portando la Sidigas avanti di tre punti (71-74) ma con ancora dodici secondi al termine della��incontro. Ancora time out e palla a Bologna che non riesce a rimettere la palla in gioco facendo scadere i 5 secondi. Avellino si butta in avanti e Ivanov schiaccia la palla del +5 per Avellino. Ribaltamento di fronte ed Hardy realizza una bomba da 3 punti ridando fiducia alle speranze dei tifosi virtussini. Nuovo fallo sistematico su Thomas che realizza entrambi i tiri liberi. Bologna non riesce a fare il miracolo e la Sidigas Avellino espugna il palazzetto di Casalecchio ritrovando vittoria e fiducia.

Le pagelle di Avellino

Thomas (22 punti): la solita ottima prestazione dal punto di vista realizzativo, un poa�� sottotono a rimbalzo. Assieme ad Ivanov fa scomparire il reparto lunghi bolognese. Realizza i due tiri liberi che consegnano la vittoria in mano ad Avellino. a��

Lakovic (12 punti): finalmente una prestazione piA? che sufficiente del play sloveno. Tira con buone percentuali e soprattutto riesce a reggere 30 minuti sul parquet. Sappiamo che ci sono ancora ampi margini di miglioramento ma giA� con questa inerzia la stagione della Sidigas potrebbe essere ad una svolta.A� a��

Richardson (4 punti): Vitucci lo tiene ai margini delle rotazioni. Il giocatore quando A? in campo cerca di dare il massimo. Peccato che la sfortuna e qualche tiro forzato non gli consentano di rimpinguare il proprio score. In difesa continua a migliorare anche se il pubblico da lui pretende soprattutto una gragnuola di punti.A� a�?

Ivanov (25 punti): 38 di valutazione e doppia doppia per una prestazione eccezionale. Unico piccolissimo neo: fallisce i due tiri liberi che potrebbero chiudere la partita prima degli ultimi due minuti da��apnea. Percentuale stratosferica dalla lunga distanza: 66% per quattro tiri realizzati su sei tentativi a�?

Dragovic (2 punti): se una rondine non fa primavera, prima di leggere nella prestazione odierna una svolta della stagione del lungo serbo dobbiamo attendere ancora un poa��. Ma stavolta regge bene in difesa (naturalmente non A? Thomas e non A? Ivanov ma questo si sapeva) e fa cose buone anche in attacco allargando la difesa avversaria e prendendo buoni tiri che purtroppo non riesce a realizzare. Il pubblico di Avellino vuole riabbracciare il Nikola dello scorso campionato. a�?

Cavaliero (2 punti): partita da dimenticare al tiro ma oggi non A? questo che chiedeva Vitucci al suo uomo. Daniele sostituisce Lakovic in maniera egregia e fa la guardia quando necessario. Non riesce ad avere uno score importante ma distribuisce ben 5 assist. Ea�� importante nei momenti decisivi e questo spesso conta di piA? dei punti realizzati. a��

Spinelli (0 punti): dopo le ultime uscite non troppo brillanti, Vitucci sceglie di limitarne il minutaggio. Capitan Valerio non si perde da��animo e fa una prestazione tutta cuore. a�?

Hayes (5 punti): quando A? in campo dimostra tutte le proprie qualitA�. Che sia un campione non si discute. Che debba lavorare ancora molto per dimostrare il suo potenziale nel nostro campionato neppure. a�?

Dean (5 punti): la mano continua a dare fastidio e la sua presenza in difesa e soprattutto in fase offensiva ne risente. Fa quello che deve fare, non esce mai fuori dalle righe nA� in negativo nA� in positivo. Ha bisogno di tempo per recuperare al 100%. Per ora dA� una mano alla squadra finchA� puA?. a�?

Biligha (2 punti): entra e svolge il suo compito con precisione. Realizza due punti e si fa trovare sempre presente in difesa. Dimostrare il proprio valore in 3 minuti A? complicato ma il ragazzo ci riesce bene. In prospettivaa�� a��

Coach Vitucci: riesce a leggere bene la��incontro. Sa che Bologna puA? soffrire il gioco dei lunghi avellinesi e insiste proprio lA�. Ivanov e Thomas lo ascoltano e per tutto la��incontro non hanno nessuna difficoltA� a battere i pari ruolo della Virtus. Attacca bene la zona bolognese e cerca una circolazione di palla veloce per sfruttare la ritrovata vena realizzativa dei suoi giocatori. La sua squadra soffre soltanto quando non puA? schierare il quintetto base. Il match non gli sfugge mai di mano ed A? per lunghi tratti avanti a Bologna rimanendo incollato quando la Virtus prova il sorpasso. Unica pecca: potrebbe gestire meglio i vantaggi che accumula nel corso della partita. a��

Bologna

Coach Bechi avrA� poco da lamentarsi dei propri giocatori. Bologna gioca bene e resta in partita per 40 minuti pur avendo due giocatori out per infortunio e uno, ImbrA?, in campo per miracolo medico. Hardy conferma di essere un buon giocatore ma non certo il campione che si aspettava Avellino dopo la��acquisto dello scorso anno: mortifero al tiro (80% dalla��arco dei 6.75), inconsistente in difesa, preferisce concentrarsi solo su ciA? che accade nella metA� campo ospite meritando un mediocre 15 di valutazione. Altro discorso per Walsh che seppur realizzando solo 10 punti, risulta alla fine il migliore dei suoi con un 24 di valutazione. I lunghi soffrono troppo lo strapotere di Thomas e Ivanov anche se stasera Jordan A? autore di una delle stoppate piA? belle viste in questo campionato. Da attenzionare il lungo Mutum, australiano di 23 anni e 207 centimetri da��altezza che ha una mano educata seppur peccando ancora da��ingenuitA� quando difende. A�a�?

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.