Basket Eurolega: l’Olimpia Milano annichilisce i campioni d’Europa dell’Olympiacos

langford-olympiacos-2014Succede che, quando compi gli anni, di solito ti fanno un regalo. Al Forum di Assago la festeggiata A? l’Olimpia Milano, e il regalo per il suo compleanno numero 78 se lo fa da sola, ed A? scritto sul tabellone a fine partita: 81-51 contro i due volte campioni d’Europa in carica dell’Olympiacos Pireo di Atene.

L’inizio A? quello tipico delle partite molto sentite da entrambe le parti, con tanta prudenza e studio dell’avversario, come dimostra il primo canestro dopo piA? di due minuti dall’inizio dopo una rubata diA�Keith LangfordA�sul sorvegliato specialeA�Vassilis Spanoulis, che risponde prontamente per il 2-2 iniziale. Milano, dopo alcune fasi di gioco ancora un po’ contratte, mette la testa avanti con due triple consecutive di Langford eA�Daniel Hackett, vantaggio intettotto al 6′ da un gioco da tre punti di Cedric Simmons e aumentato da due canestri consecutivi diA�Georgios PrintzesisA�su altrettanti assist del capitano Spanoulis. Il canestro sulla sirena del primo quarto di Kostas Sloukas sigilla il vantaggio minimo dei greci sul 16-21.

L’inizio del secondo quarto A? un botta e risposta Langford-Printzesis con una tripla a testa, ma da lA� in poi A? Milano a prendere il pallino del gioco, con 4 punti consecutivi diA�Gani LawalA�e due triple del solito Langford che portano sul 30-24 il punteggio, nonostante il time out chiamato da coach Bartzokas. Spanoulis non ci sta e, rimesso in campo al 5′, cerca di interrompere il trend con un canestro e un assist per il gioco da tre punti di Matthew Lojeski, ma A? solo una fiammata prima del finale: sul 32-32A�Curtis JerrelsA�alza un alley hoop per Lawal che manda in visibilio di quasi 7000 presenti al Forum, e chiude il quarto sul 39-32 dopo una tripla frutto di una palla rubata di Hackett.

Con il secondo quarto inizia quello che i tifosi Olimpia ricorderanno per lungo tempo: dopo 2′ il punteggio A? giA� sul +10 Olimpia dopo una tripla di Hackett, e dopo un altro minuto l’Olympiacos raggiunge giA� il bonus di falli di squadra. Bartzokas sente puzza di bruciato e chiama un altro time out, da cui i greci escono schierando una zona 2-3 che spera di spezzare un’inerzia nettamente nelle mani degli uomini di coachA�Luca Banchi, che spingono ancora di piA? sull’acceleratore e costruiscono un parziale di 7-0 grazie a due stoppate di Lawal e a buone soluzioni contro la zona schierata, culminate nella tripla del 57-38 dell’incandescente Langford. Jerrels manda tutti in panchina con un canestro sulla sirena, sul tabellone c’A? scritto 63-40.

Il parziale di 24-8 della terza frazione annulla definitivamente gli ultimi tentativi di resistenza dei rossi del Pireo, e l’ultimo quarto diventa poco piA? di una passerella che serve a dare gloria a tutti gli effettivi della panchina di Milano e permette ai tifosi di cantare “tanti auguri a te”, mentre in campo il distacco si assesta sul +30 intorno alla metA� del quarto e si mantiene tale fino alla fine.

Dimenticando l’ebbrezza del risultato e volendo analizzare per sommi capi la prestazione, si puA? sicuramente dire come questa netta vittoria sia il frutto di una difesa che per 40 minuti non ha concesso un attimo di respiro agli avversari o soluzioni comode, a mio avviso soprattutto grazie a una preparazione meticolosa ad hoc per le soluzioni offensive dei greci: lasciare i campioni d’Europa in carica, fino a questa partita imbattuti in Eurolega, al 38% da 2 punti e al 17% da 3 non puA? essere frutto solo del caso o di una giornata storta di Spanoulis e soci. A questo si aggiunga una giornata di grazia di Keith Langford in attacco (29 punti e 29 di valutazione) e un solido contributo di Daniel Hackett (17 punti e difesa quasi sempre su Spanoulis), che comunque hanno spesso finalizzato azioni costruite in modo efficace da parte di tutta la squadra, ad esempio contro la zona o sfruttando i vantaggi dei mismatch contro i piccoli avversari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.