Basket: gli Harlem Globetrotters sbarcano ad Avellino

H.G. ad AvellinoTanto tuonA? che piovve. Erano anni che gli appassionati del basket-spettacolo avellinesi aspettavano un evento simile. Ed ora c’A? la conferma. LunedA� 28 aprile scenderanno sul parquet del PalaDelMauro i campioni degli Harlem Globetrotters, squadra afro-americana impegnata a portare il verbo della palla a spicchi in giro per il mondo.A�Partoriti dalla geniale trovata di Abe Saperstein nel 1927 negli Stati Uniti, nel corso A�di quasi un secolo di storia hanno giocato A�in tutto il mondo, disputando piA? di 20.000 partite e facendo divertire milioni di spettatori. Loro avversari storici i Washington Generals, squadra cuscinetto destinata a subire le azioni spettacolari e le prese in giro del team a stelle e strisce. Chiariamoci: gli amanti del basket puro storcono il naso. Gli Harlem Globetrotters sono innanzitutto spettacolo a 360A�. E’ la stessa disputa che ci sarebbe paragonando una buona bottiglia di aglianico di Taurasi ad una lattina di Coca-Cola.
Questa squadra, guascona per tradizione, A? fatta di saltimbanchi che sono anche ottimi giocatori che, con spirito clownesco e la perenne ricerca della giocata ad effetto, sono votati a strappare applausi e risate al pubblico presente nei palazzetti di tutto il mondo. La partita A? piA? un grande american show che un incontro di basket. Gli HGT portano il mito USA in giro per il pianeta. Ambasciatori contro ogni forma di razzismo e portatori di valori quali il rispetto e la fratellanza tra i popoli. Negli ultimi anni si sono distinti anche per la lotta a favore della paritA� dei diritti tra uomini e donne e per portare questa bandiera anche all’interno del proprio gruppo schierando spesso in campo giocatrici di colore.
Insomma, lo spettacolo A? assicurato. Il divertimento pure. SarA� una serata di divertimento e di festa. Sappiamo che lo sport A? un’altra cosa. E sappiamo che anche l’NBA A? un’altra cosa rispetto agli eventi organizzati dagli Harlem. Ma siamo anche convinti che sia una evento da non perdere per nessuna ragione al mondo e che Avellino sia fortunata ad ospitare una tappa dell’Italian Tour.

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

1 Comments on this post

  1. Cool!

    Alessandra Moro / Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.