Basket Serie A Beko: Avellino si arrende alla capolista

VitucciE, desolatamente, ci troviamo a dover commentare la��ennesima sconfitta della Sidigas Avellino che cede ad una CantA? piA? motivata e in palla senza per altro dare mai la sensazione di essere in grado di volgere la��incontro a proprio favore (nonostante i due vantaggi di 6 punti avuti nel corso della partita). Una Scandone abulica e apatica, nella quale risulta difficile trovare il migliore mentre A? facile trovare il peggiore in campo. E a poco vale la scusa di avere Hayes infortunato che non ha potuto dare alcun contributo.

Primo quarto caratterizzato da un Taquan Dean sugli scudi autore di 10 punti e trascinatore della squadra che chiude in vantaggio di tre sulla prima sirena (11-14). Secondo quarto appannaggio dei canturini che, grazie ad un Marco Cusin da nazionale (8 punti) e ad un Thomas che non riesce a contenerlo, scavano il primo solco del tracciato che li condurrA� alla vittoria (28-25). Dagli spogliatoi esce una Scandone piA? in palla. Rosicchia lo svantaggio e si porta avanti di 6 dando la��illusione ai numerosi tifosi di Avellino presenti al Palazzetto di Cucciago che possa arrivare la seconda vittoria esterna di questo campionato (33-39 al 24A� minuto). Purtroppo A? solo fuoco di paglia che si spegne alla sirena dei 30 minuti (54-46). Il quarto periodo vede Avellino rincorrere e provare a colmare il divario mentre CantA? costruisce sempre tiri molto semplici giocando con percentuali alte fino al termine. Anche quando Avellino sembra poter rientrare in partita, il solito Ragland fa a pezzi il suo diretto avversario e con 10 punti solo nella��ultimo quarto consegna la partita in mano a CantA? (74-67).

Le pagelle:

ThomasA�(11 punti): Per la prima volta in campionato soffre molto il diretto avversario e tira con percentuali pessime (33% da due). Cattura otto rimbalzi .A�a��

Biligha (0 punti): gioca un minuto ed A? ingiudicabile. Senza voto.

LakovicA�(8 punti): dopo la pessima prestazione di Varese, tutti si aspettavano una pronta riscossa. 0/1 da due e 2/8 da tre sono i numeri di un giocatore in palese difficoltA� che concede 24 punti al suo diretto avversario e che ha la��unico merito di mettere a segno 7 assist: davvero poco per un campione.A�a�?

RichardsonA�(16 punti): in settimana si era lamentato dei pochi palloni giocabili, i compagni la��hanno servito con piA? continuitA� e i risultati si sono visti. Incide anche sotto le plance prendendo ben 7 rimbalzi offensivi. Commette un fallo antisportivo stupido quanto inutile.A�a�?

IvanovA�(9 punti): fa la solita partita tutta forza e cuore ma stavolta le percentuali non lo sostengono anche per colpa di una condizione fisica non ottimale. Non riesce neppure a dare il solito contributo a rimbalzo catturando solo 6 palle.A�a��

DragovicA�(0 punti): parte nello starting five e gioca 11 minuti anche a causa della��assenza di Hayes. La colpa della sconfitta di sicuro non A? soltanto la sua ma non fa nulla per sollevarsi dalla solita mediocritA�.A�a�?

CavalieroA�(4 punti): esce dalla panca e gioca ben 20 minuti. Non riesce a cambiare la��inerzia della partita risultando il peggiore dei suoi al tiro dai 6.75 (0/4).A�a��

DeanA�(19 punti): ha finalmente fatto pace con il canestro. Questa resterA� la��unica nota positiva della partita. Combatte fino alla fine ma la sua situazione falli lo fa girare un poa�� piA? distante del solito dagli avversari. A�a�?

SpinelliA�(0 punti): non sfigura a confronto con Lakovic ma per demerito di questa��ultimo piA? che per propri meriti. Il solito leone che prova a dare intensitA� alla difesa e gioco alla��attacco. Illumina il palazzetto con un assist da NBA a Will Thomas. A�a�?

Coach Vitucci: schiera Dragovic dal primo minuto. Ea�� un allenatore che ha coraggio, questo non si puA? discutere. La��infortunio di Hayes non lo aiuta e neppure la condizione di Ivanov, ma non puA? neppure essere la giustificazione di una prestazione sicuramente migliore di quella di Varese ma comunque in linea con la pericolosa mediocritA� della prima partita di campionato contro Pesaro. A�a��

La��avversaria.

CantA? con 8 punti e solo una sconfitta in cinque partite si candida a diventare una delle protagoniste di questo campionato. Di certo squadre come Sassari e Milano sembrano avere roster piA? forti e qualitativamente migliori. Ma la��impianto difensivo ed offensivo di CantA? non A? da sottovalutare. Non ci sono grandi individualitA� (lo stesso Joe Ragland autore oggi di 24 punti non A? di certo un marziano) ma il gruppo A? unito e solido. Continuando di questo passo potrebbero sicuramente dire la loro sia nel corso del campionato che nel post regular season.

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.