Calzedonia vicina all’impresa storica

Riflettori puntati sulla Calzedonia Verona, in finale di Challenge Cup, dopo aver annichilito i portoghesi a domicilio, e a pareggio raggiunto con Perugia nei play-off in corso, con la chance di giocare la decisiva gara 5 tra le mura amiche.  Ora il team guidato da Andrea Giani ha l’occasione di fare la storia: l’ultimo ostacolo da superare in Europa si chiama Fakel Novi Urengoy, attuale quinta forza del campionato russo (alle spalle di Zenit Kazan, Dinamo Mosca, Belogorie Belgorod, Gazprom-Yugra Surgut), allenata da Igor Chutchev. La gara di andata vedrà nuovamente Baranowicz e compagni sul campo del PalaOlimpia: fischio di inizio alle 20.30 di mercoledì 30 marzo (diretta TeleNuovo e Fox Sport HD). Il ritorno è in programma domenica 3 aprile alle ore 15.00 italiane, dopo la trasferta in Russia che vedrà la Calzedonia partire subito giovedì 31 marzo per Mosca, dove rimarrà fino a sabato mattina quando si imbarcherà per Novy Urengoy, città siberiana a 60 km a sud del circolo polare artico.

LA FORMULA

La Challenge Cup è divisa in First Round (2 squadre), 2nd Round (32 squadre), sedicesimi, ottavi, quarti, semifinali e finali. Nella fase dei sedicesimi, le 16 che hanno passato il turno si incontrano contro le 16 formazioni eliminate dai sedicesimi di CEV Cup. Il torneo prosegue a eliminazioni fino ai quarti: le 4 squadre che passeranno il turno accedono alle semifinali. Tutti i turni sono composti da gara di andata e ritorno, comprese le fasi finali (non si gioca la Final Four).

Andata Finale

Mercoledì 30 marzo 2016, ore 20.30

Calzedonia Verona (ITA) – Fakel Novi Urengoy (RUS)  Diretta TeleNuovo e Diretta Fox Sports HD (canale 204 del decoder Sky) – (Rogic-Deneri)

Ritorno Finale

Domenica 3 aprile 2016, ore 15.00 italiane

Fakel Novi Urengoy (RUS) – Calzedonia Verona (ITA)  Diretta TeleNuovo – (Bagde-Isajlovic)

blu

 

 

ALBO D’ORO COPPA CEV

(la Challenge Cup è qui associata all’albo d’oro della Coppa CEV fino al 2007, quando questa era la terza coppa europea per importanza)

1980/81    A.S. Cannes (FRA)

1981/82    Starlift (NED)

1982/83    Panini Modena

1983/84    Panini Modena

1984/85    Panini Modena

1985/86    Kutiba Falconara

1986/87    Enermix Milano

1987/88    Automobilist Leningrado (URSS)

1988/89    Automobilist Leningrado (URSS)

1989/90    Moerser Moers (GER)

1990/91    Sisley Treviso

1991/92    Maxicono Parma

1992/93    Sisley Treviso

1993/94    Ignis Padova

1994/95    Cariparma Volleyball Parma

1995/96    Alpitour Traco Cuneo

1996/97    Area Ravenna Volley

1997/98    Sisley Treviso

1998/99    Iveco Palermo

1999/00    Piaggio Roma

2000/01    Lube Banca Marche Macerata

2001/02    Noicom Brebanca Cuneo

2002/03    Sisley Treviso

2003/04    Kerakoll Modena

2004/05    Lube Banca Marche Macerata

2005/06    Lube Banca Marche Macerata

2006/07    Fakel Novy Urengoi (RUS)

 

ALBO D’ORO CHALLENGE CUP

2007/08    Cimone Modena

2008/09    Arkas Izmir (TUR)

2009/10    RPA-LuigiBacchi.it Perugia

2010/11    Lube Banca Marche Macerata

2011/12    Tytan AZS Czestochowa (POL)

2012/13    Copra Elior Piacenza

2013/14    Fenerbahce Grundig Istanbul (TUR)

2014/15    Vojvodina NS Seme Novi Sad (SRB)

Alessandra Moro

Alessandra Moro

About Alessandra Moro

View all Posts

Sono nata a Verona sotto il segno dei Pesci; le mie radici sono in Friuli. Ho un fiero diploma di maturità classica ed una archeologica laurea in Lettere Moderne con indirizzo artistico, conseguita quando “triennale” poteva riferirsi solo al periodo in cui ci si trascinava fuori corso. Sono giornalista pubblicista dell’ODG Veneto e navigo nel mondo della comunicazione da anni, tra carta, radio, tv, web, uffici stampa. In questo insidioso mare, sono stata vittima di naufragi, oggi galleggio. Per fortuna so nuotare. Ai tempi in cui fare giornalismo significava avere un bel e buon lavoro, ho fatto (anche) l’autrice: tra le realizzazioni, uno dei primi programmi web-radiofonici, un programma tv dedicato al cinema con ospiti in diretta, una rubrica di recensioni dvd musicali e, bei tempi, interviste in giro per l’Italia a Vittorio Storaro, John Carpenter, Carlo Lizzani, Marco Risi, Tinto Brass…) Prima di Sportbloggers? Sono stata orgogliosa addetta stampa per la classe velica Flying Dutchman, all’interno della Federazione Italiana Vela. Altro? Leggo, scrivo, cucino, curo l’orto, mi diverto su facebook; ho giocato a volley per 25 anni e fino a sei mesi prima della nascita di mia figlia. Le passerò il testimone, spero. Volley, o qualunque altro sport che la faccia crescere sana fuori e dentro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*