Campionato Pallavolo Serie A1 femminile, 12A� giornata

piacenzaCampionato di volley femminile di serie A1 a�?13/a��14

Nel week end appena passato le squadre sono scese in campo per la seconda giornata di ritorno della MasterGroupSportVolleyCup di A1 e A2 femminile.
Nei due anticipi del sabato a Piacenza la Rebecchi NordMeccanica di Gianni Caprara lascia le briciole alla Robur Tiboni Urbino. Troppo il divario tecnico tra le due formazioni, la capolista fa valere la sua legge e si impone in 71a�� di gioco con parziali fotocopia: 25-15, 25-16 e 25-15. Bosetti (11) e Meijners (15) vanno in doppia cifra, ma Piacenza domina anche al centro dove Leggeri e DeKruijf attaccano col 67% e 69%. Per Urbino una partita deficitaria, col 31% in attacco e perso nettamente il confronto a muro (10-1) A? difficile pensare di uscire indenni dal Palabanca.
Al PalaNorda di Bergamo invece si sfidano le padrone di casa della Foppapedretti e la PomA� Casalmaggiore che non schiera il neo acquisto Aguero. Stefano Lavarini, coach bergamasco, schiera subito il suo ultimo arrivo Sara Loda (ottimo match per la ex Ornavasso, 19 punti col 54% in attacco) ma deve rinunciare al libero titolare Merlo, spazio a Bruno. Bergamo parte a razzo e si porta subito in vantaggio con il 25-13 del primo set. Casalmaggiore reagisce e pur con fatica riesce a impattare le sorti del match: 26-24. Di slancio la formazione di Alessandro Beltrami si porta in vantaggio con un set condotto senza sbavature: 25-18. Nella quarta frazione Bergamo si scuote e anche spinta dal suo caloroso pubblico impatta le sorti del match che cosA� si deciderA� al tie-break (25-18). La partenza nel set decisivo A? appannaggio della Foppapedretti (5-3) che perA? a�?sbattea�? contro il gran muro e difesa della PomA�, 6-8 al cambio campo. In un amen si passa al 7-11 e al 8-13, Casalmaggiore spreca due match point ma al terzo fa festa: 10-15. Lipicer (17), Stevanovic (17) e Zago (15) le migliori per la PomA� Casalmaggiore, con coach Beltrami che riesce a trovare buone cose anche dalla panchina dalla quale esce spesso la��esperienza di Bacchi. Per Bergamo quattro atlete in doppia cifra Diouf (26), Loda (19), Folie (11) e Blagojevic (10) ma non A? bastato.
Nei match giocati domenica tutte vittorie casalinghe per tre set a zero per Busto Arsizio, Conegliano e Ornavasso.
A Castelletto Ticino la Openjobmetis Ornavasso torna alla vittoria dopo quasi 3 mesi battendo nettamente la Ihf Frosinone che fuori casa non ha conquistato punti in 7 partite. Partita a senso unico per le api di Massimo Bellano che soffrono solo nel parziale da��apertura vinto ai vantaggi (26-24). Le piemontesi si sbloccano, mettono alle spalle mesi travagliati sul campo e soprattutto fuori e mettono in cascina tre importantissimi punti che le allontanano definitivamente dal, seppur remoto, pericolo retrocessione. Muresan (14) e Ikic (11) le migliori nei successivi parziali chiusi abbastanza agevolmente (25-18 e 25-22) tranne un piccolo passaggio a vuoto nella fase centrale del terzo set superato perA? senza particolari patemi.
Al PalaYamamaY di Busto Arsizio le padrone di casa, in netta crescita, in appena 68a�� minuti di gioco spazzano via il fanalino di coda ForlA�. Le ospiti non riescono a opporre resistenza in nessun fondamentale del gioco e devono soccombere nettamente anche nei computo dei parziali: 25-17, 25-16 e 25-17 per le lombarde trascinate dalla��esperienza delle sue stelle Marcon (14) e Arrighetti (10).
Il clou di giornata si gioca al Palaverde di Treviso dove si affrontano la Imoco Volley Conegliano e la Igor Gorgonzola Novara. Le padrone di casa arrivano da due settimane difficili durante le quali hanno visto svanire due obiettivi stagionali ovvero la qualificazione ai Play Off a 6 di Champions League e quella alla Final4 di Coppa Italia che si giocherA� proprio a Treviso. Ea�� partita vera e combattuta con parziali tirati e vinti in volata dalle padrone di casa. Le novaresi di Luciano PedullA� fanno la partita ma sprecano troppo nei punti decisivi di ogni set. Conegliano si porta avanti 1-0 con il punteggio di 25-23, ma A? nel secondo parziale che Novara deve fare mea culpa, avanti infatti 17-21 non trova i punti decisivi e la squadra di Marco Gaspari si porta sul 2-0 (26-24). Il terzo set non A? da meno degli altri due e continua a regalare spettacolo ai quasi 4000 spettatori presenti, Novara continua a condurre nel punteggio anche se il divario A? sempre contenuto e mai superiore ai due punti. Ne esce cosA� un altro finale thrilling e Conegliano chiude definitivamente il match ancora ai vantaggi: 31-29 e 3-0. Per la Imoco ben quattro giocatrici in doppia cifra Tirozzi (15), Fiorin (12), Nikolova (11) e Gibbermeyer (10), mentre per Novara, che paga le scarse percentuali delle sue schiacciatrici, oltre alla top scorer del match Murphy con 22 punti ci sono Milos (11) e Rosso (10) ma per uscire coi tre punti dal campo di una delle favorite per lo scudetto non basta.

 

Edoardo Matella

Edoardo Matella

About Edoardo Matella

View all Posts

Sono nato a Novara il 20 febbraio del 1980 e abito ad Omegna (VB), piccolo centro sul lago d'Orta, alto Piemonte. Fin da ragazzo ho coltivato la passione per lo sport e per la pallavolo nello specifico. Inizio presto ad allenare, ritagliandomi una discreta carriera nelle cosiddette "minors" (Omegna, Ornavasso, Verbania, Castelletto Ticino, Domodossola ed Arona) con un paio di esperienze importanti all'Asystel Novara e al Chieri Volley Club alle quali però non sono riuscito a dare seguito. Smessi i panni del coach dall'agosto 2013 sono dirigente con mansioni di Team Manager delle squadre giovanili dell'Omegna Calcio 1906, dove cerco di portare un po' della mia esperienza maturata in tanti anni di sport! Ora provo a dilettarmi nel raccontarvi cosa accade nel campionato di volley di A1 femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.