DA�jA� vu biancoceleste

kloseTutto da��un tratto alla��Olimpico si riaccende la luce. Un bagliore che per i tifosi biancocelesti A? un flash di quelli che subliminarmente ti riporta indietro di tre anni. Formazione, tecnico ed atmosfera. Reja, il nuovo, si fa per dire, allenatore (ri)chiamato per risollevare le sorti di una Lazio alla deriva nella gestione Petkovic per colpe sicuramente non solo sue, A�raduna i propri fidi senatori e noncurante della��eta anagrafica a loro si affida per non fallire il nuovo esordio in maglia biancoceleste. Spazzati via almeno due anni di calciomercato e presunti progetti. Via i Cana, i Ciani, i Novaretti, i Biglia, gli Anderson, A�dentro il recuperato Biava, Dias, Gonzales, Ledesma, Hernanes e Lulic. Tutto ampiamente annunciato, a parte la��innesto del giovane portiere albanese Berisha in luogo di Marchetti, vittima, si dice, di un presunto infortunio nella rifinitura. Come da��incanto la squadra ritrova grinta e voglia di fare, sebbene il gioco risulti sempre assente. Questo perA? A? ben noto, Reja A? famoso per la sua tattica difensivista che prevede di far punti con schemi definiti in gergo calcistico a�?catenacciaria�?. A� ben consapevole del resto che la difesa A?, insieme a quello offensivo, A? il reparto piA? deficitario ed allora organizza una barriera sperando che le scorribande di Lulic Radu e soprattutto Candreva possano essere capitalizzate da Miro Klose sostenuto da Hernanes riportato sulla trequarti. Pronti via ed una folata di vento costringe Konko, anche per il quale forse sarebbe opportuno valutare la possibilitA� di un licenziamento per giusta causa, ad abbandonare il campo lasciando il posto alla��unica alternativa nel ruolo rappresentata da Cavanda. Anche il pubblico risponde alla��appello e, cosa inusuale in questi ultimi anni, si registrano circa cinquantamila spettatori, compresa la consistente aliquota di supporter interisti, da sempre gemellati con quelli locali. La gente laziale, unica certezza di questa societA�, offre un ritrovato splendido colpo da��occhio, vuole tornare a far sentire la propria voce proprio quando la squadra A? in grave difficoltA� a dimostrazione che non lasceranno mai sola la propria maglia. La nuova gestione tecnica, che di fatto, ha bocciato quanto fatto in questo lasso di tempo dalla societA�, ha creato i presupposti per risalire la classifica. Non ci sarA� mai del gioco concreto ma di certo i risultati verranno anche perchA? i giocatori, almeno i senatori , sembrano decisi a sostenere ilA� nuovo mister. Contro la��Inter perA? la gara si A? trascinata a lungo senza grandi sussulti, poche occasioni concrete, gioco che staziona sulla mediana senza guizzi. Biava sembra tornato quello di un tempo, garantendo una grande sicurezza che anche le numerose incertezze di Dias non riescono a indebolire. Proprio da una queste nasce una delle poche se non forse la��unica vera occasione degli ospiti A�per una azione dubbia in area rischiando poi successivamente anche la��espulsione su un fallo al limite della��ultimo uomo su Guarin lanciato a rete. Cavanda alterna buone giocate a errori imbarazzanti come quello commesso nei minuti finali consegnando ai nerazzurri una potenziale occasione per il pareggio. Nella fluiditA� del gioco la Lazio di sempre, con le sgroppate di Candreva, un Gonzales non alla��altezza ed uno spolverato Ledesma. Ma soprattutto Klose. Il panzer tedesco ,infatti, in una partita ormai ampiamente indirizzata verso lo scialbo 0-0 di partenza trova il guizzo che consente alla Lazio di portare a casa una vittoria fondamentale e soprattutto un po di serenitA�. La Lazio mostra i soliti pregi e difetti.A� In via da��urgenza i senatori possono garantire sicurezza ma A? impensabile non intervenire sul mercato. A riguardo Reja ha dichiarato di aver bisogno di una decina di giorni per valutare se occorre tornare sul mercato o meno. La sensazione A? che il tecnico goriziano avallerA� la tesi della a�?Ferraria�?sostenuta dal presidente Lotito che non prevede nuovi innesti. Proprio il numero uno biancoceleste, come da prassi dopo una vittoria, ha dominato la scena di telecamere e taccuini presenziando un po ovunque ed il riferimento al mercato A? stato come al solito marginale. La squadra ca��A? ma va solo calibrata. Questo in parole povere il concetto espresso dai vertici biancocelesti. La strada A? ancora lunga, il cammino da intraprendere A? arduo ed impervio perchA? dopo la trasferta di Bologna ci saranno un nutrito gruppo di partite che ci diranno di cosa A? capace questa a�?nuova – vecchiaa�? Lazio, ma a quel punto potrebbe essere troppo tardi per acquistare, considerate le tempistiche di lotitiana memoria, a meno che questo non sia proprio la��eventuale alibi giA� pronto ed organizzato da proporre ai tifosi . Tutte le altre squadre si stanno muovendo ma A? ormai noto che la Lazio non voglia o non possa compiere quel salto di qualitA� cui i tifosi anelano da tempo immemore. Tutto tace in quel di Formello e la sensazione che le gravi lacune della rosa, che fanno rimpiangere Stendardo e Scaloni, non vengano colmate neppure in questa sessione. E la dea bendata appare aver voltato le spalle.

Massimiliano Marsili

About Massimiliano Marsili

View all Posts

Romano de Roma, è ormai prossimo alle 50 primavere. Dopo la famiglia, la vita all'aperto è stato da sempre il suo secondo amore. Una vita nello sport con il grande hobby del giornalismo sportivo. Per poco non è diventata la principale attività lavorativa ma la passione non si è mai sopita. Basket e Calcio hanno rappresentato ed in parte tutt'ora lo sono parte della sua vita.... sport praticati a tutti i livelli, giocatore allenatore ed arbitro. Parimenti le esperienze radiofoniche con diverse emittenti e strutture locali e nazionali, sia web che FM. Laziale doc, amante di tutto il movimento biancoceleste che segue in diversi siti e blog. Con grande piacere ed entusiasmo si è lasciato coinvolgere dal progetto di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.