Digiuno del gol finito, a fatica la Fiorentina passa a Bergamo (0-1)

Image00071

Rinascita viola, ma applausi anche alla��Atalanta. Dopo 238 minuti finisce il digiuno in campionato della Fiorentina, che va a segno grazie allo sloveno Kurtic (appena entrato al posto di Badelj) ad inizio ripresa, dopo un primo tempo in cui aveva sofferto moltissimo la maggiore vivacitA� della��Atalanta, la cui prova complessiva A? stata comunque positiva. Ancora in ombra, invece, Gomez.
ILLUSIONE ATALANTA a�� Nel primo tempo la Fiorentina annaspa, anche perchA� la��attacco, con un Gomez irriconoscibile, in partenza non gira come dovrebbe. La prima conclusione in porta A? tuttavia degli ospiti con Ilicic (2a��), ma poi sale in cattedra la��Atalanta, la cui spinta A? piA? continua. Gli uomini di Colantuono sfruttano bene le fasce, in particolare la destra, dove Estigarribia fa danni, mentre la difesa appare ben registrata, in particolare con i due centrali. Fiorentina irriconoscibile, Zappacosta (11a��) parte dalla difesa ed arriva sul fondo: il suo tiro-cross viene bloccato da Neto. La pressione nerazzurra A? senza sosta, e al 17a�� Da��Alessandro salta Savic (che scivola malamente) e serve Boakye, il cui diagonale viene respinto da Neto sul palo alla sua destra. Ea�� la migliore occasione da gol dei padroni di casa nel primo tempo. La squadra di Montella si perde, fatica a costruire il gioco, Cuadrado A? discontinuo. Al 23a�� si fa vedere Alonso (Sportiello devia in angolo), che tuttavia in fase difensiva patisce maledettamente la pressione degli uomini di Colantuono.
SCOSSA KURTIC a�� Ad inizio ripresa si scuote la Fiorentina. Cuadrado (2a��) impegnato Sportiello con una conclusione ravvicinata, ma il pari non si sblocca. Neto A? attento sulla punizione di Cigarini (4a��), poi Estigarribia strappa applausi, ma la sua conclusione a giro va a lato di un soffio (8a��). Fino al colpo di scena del gol di Kurtic (13a��), con una diagonale rasoterra che sa��infila sul palo alla sinistra di Sportiello. Da qui in poi la partita cambia. Montella invita i suoi alla calma, per gestire il vantaggio senza correre troppi rischi, la��Atalanta cerca il pari, ma le manca la luciditA� del primo tempo. Benalouane (32a��) cerca la soluzione personale da quasi venticinque metri: tutto inutile, Neto blocca. Ormai A? quasi un assedio: Boakye (36a��) sfiora il gol davanti alla porta, ma il pari non arriva.

About Matteo Brama

View all Posts

Veronese, alle soglie dei 50 anni ha 5 amori (Barbara, Jacopo, Joe, l'Inter e L'Hellas) e per non essere da meno pure 5 amanti (la corsa, la bici, la fotografia, la scrittura e lo sport in generale). Sportivamente parlando vanta un paio di record di cui va fiero: maggior numero di sport praticati in vita (ne ha perso il conto) nonché maggior numero di infortuni e fratture (che gli hanno valso il meritato soprannome di Swarosky). Nella sua quarantennale carriera sportiva è stato giocatore, guardalinee, arbitro, dirigente, presidente, allenatore, giornalista-fotografo-scrittore sportivo...Sta seriamente pensando di taroccare la carta d'identità per poter partecipare al corso arbitri e chiudere il cerchio per entrare nel guinness dei primati. E' fondatore e promotore di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.