Due gol alla Samp, un tempo al Livorno: spreco rossoblu

agazzi1

Alla luce dei fatti i due punti conquistati con Sampdoria e Livorno sono un bottino che va assolutamente stretto al Cagliari, che ha condotto una gara ottima con i blucerchiati (rovinata soprattutto dalle papere di Agazzi) e giocato a corrente alternata contro gli amaranto.

Nella��anticipo triestino di sabato , combinato in previsione di un possibile ritorno al Santa��Elia per lasciare poi A�la scena a Papa Francesco in visita il giorno successivo nel capoluogo sardo, i ragazzi di Lopez affrontano una Samp frastornata dalle sberle del derby. Il tiro di Obiang dopo neanche un minuto A? la��unico lampo ospite in un primo tempo perfettamente orchestrato dai rossoblu, bravi a trovare il vantaggio dopo 26 minuti per merito di Ekdal, che sfrutta un fraseggio con Pinilla per scaraventare alle spalle di Da Costa. In veritA� la Samp trova il pareggio pochi minuti dopo grazie a A�Wszolek (lasciato solo in area) , ma viene annullato per un fuorigioco francamente inesistente.

Nella ripresa i blucerchiati alzano il ritmo, i sardi sembrano comunque controllare agevolmente la partita almeno fino al 44a��, quando un innocente tiro da fuori di Gabbiadini passa tra le gambe di Agazzi per una delle papere piA? classiche e dolorose degli estremi difensori.

Per fortuna ca��A? il capitano, la��uomo dei gol nel finale: primo dei 3 di recupero, punizione alla sinistra di Da Costa e nuovo vantaggio, laA� firma A? diA�Conti. Chiusa? Sarebbe bello. Ultimo affondo dei ragazzi di Rossi, ancora Gabbiadini a battere il buon Michael probabilmente ancora frastornato dalla papera precedente.

Poco male, si gioca subito mercoledA� e si va al Picchi, contro la matricola Livorno in ottima forma e il Cagliari affamato di riscatto. Due novitA� rilevanti: si rivede Avelar sulla corsia di sinistra e NenA? in avanti ad affiancare Ibarbo. A�Primo tempo fondamentalmente insipido, che vede comunque i padroni di casa trovare il vantaggio con Luci.

Nella ripresa fortunatamente la��offensiva rossoblu si fa piA? pressante, e grazie a Ibarbo arriva il pareggio dopo 10 minuti e si sfiora il vantaggio con Ekdal prima e con la punizione di NenA? poi. Quando lo stesso brasiliano lascia spazio a Pinilla A? ormai troppo tardi, il cileno sembra in palla ma pericoli seri dalle parti di Bardi non se ne vedono.

Domenica arriva la��Inter (ancora fuoricasa , a Trieste) per tornare alla vittoria che manca dalla prima giornata e dare un dispiacere a Mazzarri, non esattamente la��uomo piA? simpatico del pianeta.

 

Daniele Serra

About Daniele Serra

View all Posts

Daniele Serra nasce a Cagliari nel 1982 d.C. , sull ’isola più bella del mondo. Nel cassetto (chiusa bene) una triennale in lettere guadagnata con la tesi “Parola di Ultras – un’analisi linguistica degli striscioni delle tifoserie calcistiche italiane”. Ama scrivere, il buon cinema, le corse in riva al mare e con la palestra cerca di mantenere in condizioni accettabili la sua carcassa. Da sempre cagliaritano, nel bene e nel male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.