Esposito emula Gillian Cooke ma la Scandone non si distrae.

DSC_0602-1-215x300Gustoso siparietto nella partita delle 12.00 al Paladelmauro. Vincenzino Esposito, indimenticato e straordinario giocatore di basket, oggi ottimo allenatore di Pistoia, le prova proprio tutte per cercare di rimontare la fuga di Avellino. Quando oramai poco o nulla di tecnicamente valido ca��era da mettere in pratica, nel tentativo estremo di immolarsi al dio del basket, causa un avventato movimento fuori dagli schemi di gioco, il pantalone cede in uno dei punti cruciali costringendo il buon Enzino a vedereA�gli ultimi scampoli di partita con una mano impegnata a chiudere quelle che una volta si sarebbero chiamate a�?le vergognea�?. Una scena epicamente tragicomica. Peccato per il pantalone che, a vista, sembrava di ottima fattura. Complimenti al coach che, seppur con qualche anno in piA?, ha mostrato una coscia ancora tonica e dalla muscolatura guizzante. Forse troppo per quella cucitura cosA� poco rinforzata. Nonostante questo, Pistoia esce sconfitta ma la��ex Caserta ed ex NBA potrA� dire di averle davvero provate tutte per vincere la partita. Da oggi Gillian Coke si sentirA� meno in imbarazzo, da oggi Gillian Coke ha un emulo di livello, da oggi Gillian Coke potrA� dire a�?si, ma A? capitato anche ad altria�?.

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.