Federer, tra mito e realtA�

federer

Re Roger ha trionfato a Wimbledon per l’ottava volta e il 19A� Slam in carriera A? servito, il secondo in questo 2017 dopo la vittora agli Australian Open!

Cosa dire? Sua maestA� ha compiuto l’ennesima impresa che si va ad aggiungere alla sua carrieraA�che ormai A? leggenda. Nessuno come lui e nessuno probabilmente lo sarA� mai!
La vittoria del torneo A? arrivata senza storia, nessun set lasciato agli avversari.
SuperioritA� schiacciante senza se e senza ma, contro tutti gli avversari affrontati a
quasi 36 anni suonati.
Il povero Cilic, psicologicamente mai in partita, non ha retto alla tensione e ha perso di fronte al Re in 1 oraA�e 41 minuti con un punteggio che non lascia dubbi sulla superioritA� assoluta dello Svizzero: 63 61 64.
Una finale che A? sembrata una passeggiata o almeno cosA� l’ ha fatta sembrare Re Roger…
Questo grandissimo campione, oltre che sul campo, dimostra di essere anche un grande uomo che ancoraA�riesce a commuoversi vedendo la sua famiglia, rendendosi conto dell’impresa compiuta dopo ben 14 anniA�dal primo Wimbledon vinto.
Un grande uomo, un esempio per tutti gli sportivi di umiltA�, di caparbietA�, di tecnica assoluta,di eleganza,A�in poche parole il tennis impersonificato!
Lui A? in grado di “crearlo” il tennis e infatti quando si pensa ad un colpo spettacolare si pensa a Federer.
Alla faccia dei suoi detrattori che ogni anno lo danno per finito, lo svizzero spiega con i fatti
che finirA� quando lo deciderA� lui.
Considerando i suoi problemi fisici, ha cambiato il suo modo di giocare cercando di terminare le partite nel minor tempoA�possibile con i suoi magnifici vincenti ed una intelligenza tattica impressionante…piu facile a dirsi che a farsi.
Chiaro, il tempo passa per tutti, ma nonno Roger vuole ancora stupire e non ha nessuna intenzione di appendere laA�racchetta al chiodo! Ci sono le nuove leve da formare…vedi i vari Zverev e Thiem futuri numeri uno, ma cheA�vengono sonoramente sconfitti solo ogni volta che incontrano il re!
E noi tifosi, fiduciosi, crediamo in lui e siamo orgogliosi e fortunati di poter assistere
ancora alle nuove sfide e alle vittorie che continuerA� a regalarci finchA?, come dice lui,
si divertirA�!

Luca Villa

About Luca Villa

View all Posts

Nato sulle rive del Po, classe 1975, dopo l'esperienza nella gloriosa "Folgore", lavora ad oggi con entusiasmo nel settore del riscaldamento. Nel tempo libero la sua passione è il tennis, che segue e pratica a livello dilettantistico dove con rara caparbietà (non molla mai) si toglie qualche soddisfazione, per dare un senso al rincorrere una pallina ed ai litigi con la fidanzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*