Foot-ballers al fronte — Storie di calciatori (e di un tifoso) nella Grande Guerra

foot

Cento anni fa, la��Italia entrava nella Prima guerra mondiale. Era il 24 maggio del 1915. Da quel giorno tanti ragazzi lasciarono la loro solita vita per recarsi al fronte. Erano artigiani, studenti, contadini, operai, insegnanti e anche calciatori.

Sui tanti calciatori, non solo italiani, che presero parte a questo lungo, sanguinoso e terribile conflitto, poco si A? scritto. Il libro Foot-ballers al fronte edito da Urbone Publishing racchiude le storie, spesso dimenticate, di ventidue calciatori e di un tifoso (la parte essenziale del gioco del calcio come amava dire il grande Jock Stein) che a bordo di un biplano, dietro ad un cannone a lunga gittata o in una formazione da��assalto scrissero le pagine di storia di quelle giornate dure e memorabili.

Leggendo le quasi centosessanta pagine del libro, ci imbattiamo nelle vicende di calciatori provenienti da ogni parte del mondo: dal fuoriclasse del Porto, ad uno dei fondatori del Galatasaray, dal roccioso difensore scozzese del Celtic Glasgow, al talentuoso fantasista giramondo francese, dal tignoso giovane attaccante del Milan al a�?pazzoa�? portiere gallese.

Ragazzi che nel fiore dei loro anni e spesso anche delle loro carriere decisero di abbandonare tutto, spesso lottando anche contro allenatori e famigliari, per partire volontari per servire la loro Patria.

I loro gesti di coraggio e di disperazione, la loro nostalgia di casa e loro il cameratismo nato in trincea, ci fanno rivivere la Grande Guerra con gli occhi di quei giovani e coraggiosi calciatori di inizio novecento. Provarono paura ma riuscirono a vincerla, combatterono dando tutto per la loro Patria.

Li troviamo intenti a guardare fuori dalla loro trincea in attesa di un attacco o di un nemico, che furtivo di notte tenta una disperata sortita, ripensando con nostalgia ai tempi in cui le folle li applaudivano nei piA? importanti stadi del mondo e in cui una loro rete aveva donato un sorriso a tanti tifosi entusiasti.

Un passato cosA� lontano ed un futuro incerto che dovevano conquistarsi giorno dopo giorno imbracciando una��arma.

Francesco Alietti

Massimiliano Marsili

About Massimiliano Marsili

View all Posts

Romano de Roma, è ormai prossimo alle 50 primavere. Dopo la famiglia, la vita all'aperto è stato da sempre il suo secondo amore. Una vita nello sport con il grande hobby del giornalismo sportivo. Per poco non è diventata la principale attività lavorativa ma la passione non si è mai sopita. Basket e Calcio hanno rappresentato ed in parte tutt'ora lo sono parte della sua vita.... sport praticati a tutti i livelli, giocatore allenatore ed arbitro. Parimenti le esperienze radiofoniche con diverse emittenti e strutture locali e nazionali, sia web che FM. Laziale doc, amante di tutto il movimento biancoceleste che segue in diversi siti e blog. Con grande piacere ed entusiasmo si è lasciato coinvolgere dal progetto di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.