GP del Qatar. Tripletta italiana! Marquez 5A�.

A�Tripletta-italianaHabemus MotoGP. La lunga sosta invernale A? finalmente giunta al termine regalandoci una gara mozzafiato in Qatar. I piloti sono usciti dal letargo e insieme a loro anche i vari appassionati di questa disciplina. Il tempo delle prove, dei se e dei ma, A? giunto al termine.

I test invernali hanno mostrato una Ducati nuova di zecca, con i due Andrea alla guida, piA? compatta e piA? maneggevole. Il mago Dalla��Igna ha stravolto il gioiellino di Borgo Panigale. I risultati sono stati subito evidenti. Secondo e terzo posto per i due ducatisti, Iannone e Dovizioso, sul primo posto inutile stare a dire che il bollito 36 enne, partito dalla ottava posizione ha dato paga a tutti.

Ormai le parole per Valentino si sprecano, leggenda di questo sport. Una rondine non fa primavera ed A? soltanto la prima gara, Marquez a causa di un errore nei primi 100 metri si A? dovuto accontentare di stare dietro insieme al suo compagno Pedrosa. Lo stesso Dani ha annunciato il ritiro dalle corse a causa della sindrome compartimentale al braccio destro, che non riesce a curare. Caccia al sostituto dello spagnolo da affiancare a Marc.

La delusione di questa gara A? Lorenzo, partito a raffica in prima posizione, con il passare dei giri ha mollato il gas venendo risucchiato dal trio italiano. Noi gongoliamo. Una giornata di motori importante per la��Italia con un Vettel dominatore a SepangA� con la sua Ferrari. La curiositA� A? che tre italiani in testa non capitavano dal 2006!

Il prossimo appuntamento A? ad Austin, tra due settimane. Ancora tante incognite, A? soltanto la��inizio. Le Ducati competitive con le alette, Marquez che rimane la��avversario da battere, Rossi come primo suo rivale. Pedrosa out e la ricerca al suo sostituto. Questo campionato A? iniziato col botto, speriamo duri per tutta la stagione. Con bagarre fino alla��ultimo giro e non la solita monotonia spagnola.

Buona MotoGP a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.