Gp del Texas, Marquez una lepre. Insegue Pedrosa

motogp-2014-austin-gara-podio-2Questo secondo GP del Texas non fa altro che confermare una sola cosa: le Honda sono di un altro pianeta e Marquez punta dritto al secondo titolo consecutivo in MotoGP, la formica non scherza mica, ha fatto prove e qualifiche in solitaria, staccando tutto e tutti, per poi lasciare la polvere dietro di sA� in gara, compreso il suo compagno di squadra Dani Pedrosa che ha provato ad agguantarlo ma alla fine ha dovuto rinunciare al passo del numero 93. La sorpresa di giornata A? stato il terzo posto della Ducati di Andrea Dovizioso, che ha portato un poa�� di Italia sul podio. Tra la��altro, alla casa di Borgo Panigale una posizione tra le prime 3 mancava dal 2012 (in quella��occasione fu Rossi ad arrivare 2A� nel GP di Misano). Grande gioia per la casa di Borgo Panigale ma in Emilia sanno benissimo che una rondine non fa primavera e quel terzo posto gliela��ha lasciato Iannone e, in primis, Rossi. Entrambi si sono dovuti arrendere a un calo improvviso della gomma anteriore, Iannone ha tenuto testa a un Valentino pieno di forza e di vitalitA� che, dopo una partenza disastrosa, poteva benissimo puntare al podio ma la gomma ha ceduto e si A? dovuto accontentare della�� ottavo posto, ahimA?. La delusione della giornata A? stata quella di Jorge Lorenzo, non pervenuto nemmeno in questo GP. Il numero 99 A? partito in anticipo, con una falsa partenza che gli A? costata cara avendo dovuto fare un ride through e recuperando sino alla decima posizione, con grande spirito e voglia di riscattarsi, ma i giri non sono infiniti. Il resto A? carta nota, ho detto di un Marc imprendibile che ha rivelato di essersi un poa�� annoiato (beato lui!) durante la gara e di un Pedrosa che non ha potuto far nulla, si A? dovuto accontentare. Era impossibile fare meglio delle Honda su questa pista fatta su misura per loro, si poteva lottare per il terzo posto, abbiamo sperato con Rossi ma i suoi problemi non erano prevedibili. CosA� come non era prevedibile la caduta di Cal Crutchlow, rientrato ai box per un cambio gomma (stesso problema di Rossi e Iannone) e, in seguito, caduto mentre provava a recuperare posizioni. Per fortuna niente di grave, solo un mignolo slogato. Attendiamo con ansia la��inedito GP della��Argentina e speriamo che questa volta qualcosa cambi lA� davanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.