Il Bari cala il poker e agguanta la��Avellino.

IMG_0017-1024x682

Pugliesi cinici, irpini distratti, ingenui, ma mai domi. Il Frosinone vince e resta in vetta da solo. Al secondo posto salgono Bologna e Livorno; Crotone e Catania malinconicamente ultime.

La��Avellino prende quattro reti al San Nicola di Bari, incassa la seconda sconfitta stagionale, ma esce a testa alta dal confronto coi galletti e soprattutto tra gli applausi e i cori di incitamento dei suoi circa 1100 tifosi al seguito. I biancoverdi giocano una gara spavalda senza alcun timore reverenziale, ma pagano cari, anzi carissimi, gli errori difensivi. Uno due micidiale dei pugliesi che dopo 13 minuti si trovano avanti grazie alle reti di Romizi e Caputo; gli uomini di Rastelli non ci stanno, reagiscono con carattere, cominciano a macinare gioco e accorciano le distanze con Comi che dopo pochi minuti trova anche la rete del pareggio che viene annullata per un fuorigioco che nemmeno la moviola A? riuscito a determinare. Nella ripresa il leitmotiv A? sempre lo stesso: i lupi tentano la��arrembaggio, ma pagano la giornata no dei vari Bittante, Arini e Schiavon che perdono pericolosi palloni in mezzo al campo concedendo contropiedi micidiali agli avanti biancorossi.

E proprio su una ripartenza De Luca serve Sabelli che sorprende la retroguardia avellinese e infila la terza rete. Partita chiusa? Neanche per sogno. Comi chiama al miracolo Donnarumma che niente puA? fare invece sulla��inzuccata di bomber Castaldo (al suo settimo sigillo). Rastelli tenta il tutto per tutto inserendo il giovane SoumarA?: il Bari soffre ma, nel momento di maggiore sforzo degli irpini, il mediocre arbitro Fabbri concede un generosissimo penalty per un presunto fallo di Pisacane su Sciaudone. Realizza Caputo che chiude cosA� una gara entusiasmante e ricca di emozioni. Il Bari raggiunge la��Avellino a 15 punti e rilancia le sue ambizioni di vertice; la��Avellino torna a casa a mani vuote ma con la consapevolezza di potersela giocare contro tutti.

 

Il punto sulla 9^ giornata

La vittoria del Vicenza sul Pescara per 2-1 grazie alle reti di Cocco e Di Gennaro per i padroni di casa e di Maniero per gli ospiti ha aperto la nona giornata di serie B. Contro il Varese, Abero, Acquafresca e Cacia regalano i 3 punti e il secondo posto al Bologna della nuova presidenza americana: Il Brescia batte la Pro Vercelli 2-1 coi goal del bomber Caracciolo e di Benali, ma soprattutto per la straordinaria prestazione del trequartista Sodinha subentrato nella ripresa a Ruben Olivera. Una doppietta di Mbakogu permette al Carpi di vincere per 2-1 contro il Latina, che va in gol con Sforzini. Agguanta la vetta in solitaria il Frosinone che batte per 2-0 il Modena con gol di Carini e Dionisi. Crisi nera per il Catania, che perde malamente anche a La Spezia dove incassa tre reti senza attenuanti. Pesante anche la sconfitta interna della Ternana che incassa 4 reti dal Livorno che si gode le doppiette di Cutolo e Vantaggiato. Torna alla vittoria il Trapani che batte 3-1 il Crotone trascinato dalla doppietta di Ciaramitario e Mancosu. Pareggio per 1-1 tra Virtus Lanciano e Perugia con gol di Gatto e di Perea. A chiudere la giornata il colpaccio della��Entella sul campo del Cittadella grazie al gran goal di Botta.

Risultati e marcatori 9^ giornata:

Bari – AvellinoA� 4-2

8′ (1T) Romizi (B), 13′ (1T) Caputo (B), 26′ (1T) Comi (A), 4′ (2T) Sabelli (B), 26′ (2T) Castaldo (A), 48′ (2T) Caputo (Rigore) (B)

Bologna – VareseA� 3-0

15′ (1T) Abero, 25′ (2T) Acquafresca, 37′ (2T) Cacia

Brescia – Pro VercelliA� 2-1

25′ (2T) Caracciolo (B), 27′ (2T) Marchi (P), 35′ (2T) Benali (B)

Carpi – Latina 2-1

28′ (1T) Mbakogu (Rigore) (C), 36′ (1T) Mbakogu (Rigore) (C), 38′ (1T) Sforzini (Rigore) (L)

Cittadella – Virtus EntellaA� 0-1

17′ (1T) Botta

Frosinone – ModenaA� 2-0

28′ (2T) Carlini, 39′ (2T) Dionisi

Spezia – CataniaA� 3-0

23′ (1T) Brezovec, 44′ (1T) Catellani (Rig), 41′ (2T) Catellani

Ternana – LivornoA� 0-4

18′ (1T) Cutolo, 24′ (1T) Cutolo, 16′ (2T) Vantaggiato, 41′ (2T) Vantaggiato

Trapani – CrotoneA� 3-1

30′ (1T) Ciaramitaro (T), 3′ (2T) Torregrossa (C), 17′ (2T) Mancosu (T), 33′ (2T) Ciaramitaro (T)

Vicenza – PescaraA� 2-1

37′ (1T) Cocco (V), 29′ (2T) Di Gennaro (Rig) (V), 33′ (2T) Maniero (Rig) (P)

Virtus Lanciano – PerugiaA� 1-1

7′ (2T) Perea (P), 24′ (2T) Gatto (Rig) (V)

 

Nicola Iannaccone

About Nicola Iannaccone

View all Posts

"In una serata primaverile di un lontano aprile del XX sec., nasceva nella ridente e verde Avellino, Nicola Iannaccone, per tutti NIKO… l’insegnante precario, l’archeologo fossilizzato, il giornalista sfaccendato, il fotografo movimentato, l’incallito viaggiatore, l’inguaribile sognatore, l’autista impaziente, il calciatore scalciato, il Gascoigne misurato, il tennista smanettato, lo sportivo attapirato, ma soprattutto il tifoso sfegatato. Di chi? Dei lupi biancoverdi ovviamente, che non hai mai tradito, né abbandonato, al punto da aver fatto richiesta per avere residenza e domicilio presso la curva Sud del Partenio!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.