Il gol dell’ex Pinilla all’ultimo secondo stende un buon Cagliari (2-1)

Image00117

Signori tutti sull’attenti, Pinilla si presenta alla curva. E’ il 94’ quando il cileno all’altezza del dischetto di rigore sotto la curva nerazzurra, si coordina e spicca il volo ad impattare di collo pieno in rovesciata la palla scodellata al centro da Cigarini. Palla che si infila alla destra di Brkic rimbalzando prima a terra.La prodezza di Pinilla regala ai nerazzurri una vittoria importantissima ed al pubblico bergamasco un po’ di spettacolo che da tempo mancava. Molti tifosi si apprestavano a lasciare lo stadio anzitempo sicuri ormai del pareggio che lasciava un po’ di amaro in bocca. Un gol che da solo vale l’ingaggio e che per l’Atalanta potrebbe valere la salvezza. Classico gol dell’ex che per rispetto non esulta anche se si intuisce la gran voglia di esplodere per la prodezza che arriva al momento giusto.Questa vittoria permette di guardare al terribile trittico delle prossime partite ( Fiorentina, Inter e Juventus ) con un po’ di serenita’.A fine partita Pinilla si mostra soddisfatto per la prestazione finalmente convincente e felice per la rovesciata tanto da dichiarare che forse sara’ motivo per aggiungere un nuovo tatuaggio alla ricca collezione. Colantuono a fine gara si presenta mostrando in volto i segni della tensione ed in merito alla rovesciata dira’ “ le rovesciate le prova anche in allenamento “. Zola dal canto suo recrimina sui 6’ di recupero e per lui amareggiato il risultato finale sa’ di beffa.Pinilla migliore in campo assieme a Carmona che finalmente ritrova e conferma le enormi prestazioni del passato.Primo tempo da incorniciare anche per Moralez che guadagna la punizione da cui scaturisce l’1-0 e mette sulla testa di Zappacosta il pallone per il 2-0 mancato. Prestazione insufficiente per Denis che appare appannato fisicamente ed impreciso nelle giocate.

 

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*