Il maledetto United

damnedunited

Il maledetto United  (The Damned United) è un film del 2009 basato sull’omonimo romanzo di Davide Peace e diretto dal pluripremiato regista Tom Hooper (ben 4 Oscar per il suo capolavoro Il discorso del re).  La pellicola è un omaggio a uno dei migliori e più discussi allenatori del calcio inglese e non solo, ossia Brian Clough; in particolare ci si riferisce ai 44 giorni (era il 1974) che l’ex calciatore di Middlesbrough trascorse sulla panchina di quelli che aveva considerato sempre come agguerriti rivali, il Leeds United.

Clough fu considerato sempre un personaggio scomodo, permaloso e molto arrogante, consumato dalla rivalità con il collega Don Revie (che sostituì proprio alla guida del Leeds) e noto anche ai tifosi italiani per le colorite accuse di truffa verso la Juventus (ma dai…)  dopo una semifinale di Coppa dei Campioni : “Non parlo con nessun bastardo impostore” , disse alla stampa italiana.

Questo però non toglie la sua genialità e le sue innovazioni in un calcio (quello inglese degli anni ’70) molto legato alle tradizioni. E poi c’erano i risultati, e che risultati: porto Il Derby County dai bassifondi della seconda divisione al titolo, e trionfò in Europa (tra le altre cose) con due Coppe dei Campioni alla guida del Nottingham Forest, due squadre assolutamente non di prima fascia.

Come detto, il film si dedica al suo breve periodo al Leeds, dove arrivò al posto dell’odiato Revie nel frattempo chiamato ad allenare l’Inghilterra. Oltre alla forte personalità di Clough si focalizza l’attenzione sul suo compagno di lavoro, l’amico e allenatore in seconda Peter Taylor, spalla insostituibile che non lo seguì nella fallimentare avventura al Leeds per riabbracciarlo poi durante l’era d’oro al Nottingham.  Sono imperdibili i dialoghi tra il mister e il presidente del Derby, (chiamato affettuosamente ‘zio Sam’) che non perde occasione per ricordare che è lui a togliere fuori i soldi che vengono regolarmente scialacquati.

Il cast è di prim’ordine. A interpretare Clough fu chiamato Michael Sheen, probabilmente il miglior attore britannico della recente generazione (oltre al ruolo di Tony Blair nei film The Queen,The Deal e I due Presidenti si ricorda per l’eccellente interpretazione del giornalista Frost nel bellissimo Frost/Nixon: il duello ) , mentre Taylor fu interpretato da Timothy Spall ( Vanilla Sky, Il discorso del Re) e Revie da Colm Meaney, straordinariamente somigliante all’originale.

Il film in Italia non è purtroppo molto noto in quanto sarebbe dovuto essere distribuito nel Gennaio 2010, ma la Sony Pictures decise di farlo uscire direttamente in dvd e blu-ray a partire dall’Aprile dello stesso anno.

Sembrerebbe dunque immediato, per i calciofili moderni, associare la figura di Brian Clough a quella di Josè Mourinho. Bene, il buon Josè dovrebbe scendere in serie B, prendere una squadra dai bassifondi e portarla prima nella massima serie e poi al titolo, e poi allenare un’altra squadra di medio livello e vincere tutto quello che si può vincere, due Champion’s comprese. Ecco, in questo caso si avvicinerebbe a quello che è stato il primo, e forse l’unico, Special One.

 

Daniele Serra

About Daniele Serra

View all Posts

Daniele Serra nasce a Cagliari nel 1982 d.C. , sull ’isola più bella del mondo. Nel cassetto (chiusa bene) una triennale in lettere guadagnata con la tesi “Parola di Ultras – un’analisi linguistica degli striscioni delle tifoserie calcistiche italiane”. Ama scrivere, il buon cinema, le corse in riva al mare e con la palestra cerca di mantenere in condizioni accettabili la sua carcassa. Da sempre cagliaritano, nel bene e nel male.