L’Italian Tour degli Harlem Globetrotters

20069Gli Harlem Globetrotters annunciano la partenza del nuovo tour italiano che da fine aprile ad inizio maggio farA� tappa in otto importanti realtA� del basket Made in Italy. Considerato il grande successo degli eventi organizzati nelle precedenti occasioni, gli show del 2014 saranno la conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che il mito del basket a stelle A? strisce A? indissolubilmente collegato a quello degli HGT che sono la rappresentazione vivente ed itinerante del mito dell’American Dream inteso come riscatto sociale, rispetto per il prossimo, fratellanza e comunione d’intenti. Lo show non A? solo basket, non A? solo spettacolo. E’ soprattutto mezzo di divulgazione dei valori piA? profondi caratterizzanti lo sport e in generale la societA� americana.

La��Italia A? ormai un crocevia fondamentale nel Tour Mondiale dello spettacolo piA? bello del Mondo, che da 88 anni delizia i palati di grandi e piccini. Dieci sono gli anni che ci separano da quel lontano 2005 in cui Milano li accolse con oltre ottomila persone la sera al Pala Sharp. Gli Harlem Globetrotters hanno incantato i milanesi nel playground storico del Parco Sempione. Hanno improvvisato gare con i bambini ai Giardini Margherita di Bologna, sotto il Colosseo di Roma, visitato il reparto infantile della��Ospedale Regina Margherita di Torino, ma anche tagliato una torta in piazza a Napoli in mezzo a migliaia di persone e giocato nello spettacolo di mezzanotte a Capo da��Orlando.

20062

Nel 2009 sono stati nella��Abruzzo colpito dal terremoto e hanno fatto visita alla Tendopoli de La��Aquila. Sempre in quella��anno la Shot Events ha promosso FIABA, la Fondazione Italiana che lotta per la��Abbattimento delle Barriere Architettoniche. Aneddoti che sono giA� entrati nella storia italiana dei leggendari Harlem Globetrotters, coloro che hanno fatto la storia della pallacanestro mondiale. Senza di loro, nati nel 1926, non sarebbe mai nata la��NBA, nata nel 1940.

Ma gli Harlem non sono solo pallacanestro. Hanno nel DNA una forte azione di promozione che va dal rispetto dei Diritti Umani alla promozione della Pace e Fratellanza nel Mondo. Gli Harlem hanno improvvisato il loro Magic Circle anche davanti a Papa Giovanni XXIII (1959) e Papa Giovanni Paolo II (1986). Nel 1979 si sono esibiti davanti a Deng Hsiao Ping, il premier della Repubblica Cinese durante la storica visita degli USA. Nel 1996, per il loro 70A� Anniversario, hanno giocato una storica partita nella Repubblica libera e democratica del Sud Africa, con un azione di charity di oltre un milione di dollari donati a Nelson Mandela per la Childrena��s Fund. Ancora nel 2002 gli Harlem hanno donato 100 mila dollari alla Croce Rossa per il Disaster Relief Fund.

20093Questi sono gli Harlem Globetrotters: giocolieri e funamboli del parquet e predicatori dello sport piA? affascinante nel mondo. Ma anche testimoni attendibili e preziosi per iniziative benefiche e sociali. Nel tempo sono stati gli Americani accolti ovunque, anche quando gli USA erano considerati la��impero del Male: hanno giocato in ogni territorio, dalla Cina alla��Unione Sovietica, da Israele agli Stati Arabi e nel 1951 a Berlino hanno portato Jesse Owens nel famoso stadio delle olimpiadi di Hitler. Ovunque portando un sorriso e un forte messaggio di speranza, portando gioia e due ore di serenitA� con il loro a�?Spettacolo piA? bello del Mondoa�?.

Come dicevamo, nei mesi di aprile e maggio 2014, questi extra-terresti della palla a spicchi calcheranno i parquet di ben otto cittA� italiane, proponendosi come ambasciatori di uno show made in USA particolarissimo e divertente, adatto ad un pubblico di bambini e adulti. Uno spettacolo di oltre due ore dove il basket A? il primo piatto ma dove la musica, il divertimento, il coinvolgimento del pubblico sono i deliziosi contorni della manifestazione. E’ una ghiotta occasione per respirare il clima USA del basket giocato. Chi ha avuto la possibilitA� di assistere dal vivo ad una partita NBA su territorio americano, sa quanto lo spettacolo sia importante e quanto lo show non sia solo nei 48 minuti di partita ma anche durante ogni intervallo e prima e dopo la partita stessa. Ovviamente NBA e HBT sono cose diverse. Ma agli occhi di un americano ci sono meno differenze di quante ne puA? credere o immaginare uno spettatore europeo, abituato ad un basket completamente diverso, piA? tecnico di sicuro, ma anche piA? serioso e che si sa prendere in giro molto, molto meno.

Di seguito riportiamo le tappe dell’Italian Tour dello “Spettacolo piA? bello del Mondo”

27 APRILE – BARI
28 APRILE – AVELLINO
29 APRILE – ANCONA
30 APRILE – JESOLO
1 MAGGIO – GORIZIA
2 MAGGIO – VARESE
3 MAGGIO – CANTUa��
4 MAGGIO – VIGEVANO

I biglietti per sei di questi eventi sono giA� in vendita dal 29 gennaio sul circuito TicketOne (www.ticketone.it). Per le tappe di Avellino e Gorizia, l’addetto stampa degli Harlem Globetrotters, contattato dalla nostra Redazione, comunica che per un problema di natura meramente tecnica i biglietti verranno messi in vendita con qualche giorno di ritardo. Questo tour rappresenta una grande occasione per i genitori che vogliono far avvicinare i propri bambini al mondo della palla a spicchi, perchA� lo sport dovrebbe essere sempre prima divertimento e poi agonismo, prima gioco e poi competizione.

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.