Kleiza e Brooks bombardano: Milano travolge CantA? (83-64)

big_41065

Al Mediolanum Forum, davanti a 12.000 persone, Milano ritrova la via della vittoria anche in campionato, strapazzando un’ incertaCantA? 83-64, grazie ad una grandissima prestazione di squadra, specie nel secondo tempo.
Olimpia che trova soprattutto importanti risposte da tutti i giocatori che erano stati fino ad ora messi sulla graticola: Kleiza sfodera una prestazione perfetta, Brooks ritrova la sua vena offensiva e si rende molto utile difensivamente, James e Meacham mettono il loro mattonino nel primo allungo.
CantA?, di contro, riesce a rimanere a contatto nel primo tempo, grazie alla fiammate di Johnson-Odom, Feldeine e Jones, ma lascia la grinta negli spogliatoi e viene punita costantemente ad ogni errore nell’intervallo, prima di un quarto periodo di puro garbage time, in cui il passivo viene vagamente alleggerito.

Il primo quarto del derby lombardo, l’unico degno di nota rimasto ormai nella Serie A nostrana, si apre con le squadre che si studiano, tanti errori e confusione per due cantieri aperti come sono al momento le due compagini.
Al grande inizio di Johnson-Odom, letale nel palleggio arresto e tiro, risponde colpo su colpo Gentile, che spacca in due la difesa canturina con le sue penetrazioni, per una paritA� sostanziale che permane per quasi tutti i primi 10′.
Quasi perchA� Milano riesce a scavare un mini solco di 3 punti, grazie alla ispirata regia dell’ex di turno Ragland e a Moss, che sfrutta abilmente il missmatch concessogli dalla difesa biancoblA?, andando spesso in post basso con discreti risultati.
Prima frazione che regala comunque poche emozioni.
18-15 Milano.

Nel secondo periodo perA? escono i nuovi volti milanesi: Banchi schiera un quintetto a dir poco audace, con Meacham, Brooks, James e Cerella in campo contemporaneamente.
Scelta che si rivela perA? vincente, in quanto fa alzare notevolmente il tono difensivo dell’EA7 e produce punti facili in transizione, con due triple di MarShon Brooks che portano i biancorossi a +11.
CantA? perA? A? brava e concentrata, ricuce immediatamente a-2 con il gigante Eric Williams ed il solito Feldeine, prima che i meneghini riscrivano un nuovo +8 sull’asse Meacham-James.
Il seocondo periodo termina con le squadre comunque appaiate ad un punto di distanza, grazie alla grandissima tenacia degli uomini di Sacripanti, che restano in partita con le triple di Jones.
Milano avanti 37-36

Nel terzo periodo perA? il banco salta completamente: l’Olimpia A? semplicemente inarrestabile, difende fortissimo e riparte in transizione, con Ragland estremamente ispirato e Kleiza che punisce da vero killer su tutti gli scarichi.
Proprio il lituano, alla sua miglior partita con le scarpette rosse, A? la vera nota lieta della serata, mostrando non solo la consueta precisione al tiro, ma anche un’approccio atletico e difensivo mai visto finora, che culmina con una rubata e appoggio al metro in coast-to-coast.
Ragland, l’ex dal dente avvelenato, mostra al pari di Kleiza una grande intensitA� difensiva, e infila un paio di siluri che spezzano la partita portando i padroni di casa sul +14, ma soprattutto spegnendo ogni velleitA� di CantA?, che non A? assolutamente rientrata in campo dopo l’intervallo.
Nel finale di quarto si iscrive al festival di triple anche Brooks, che manda il Forum in visibilio con un paio di salti irreali a rimbalzo.
Milano avanti 64-45

Il quarto periodo A? solamente una formalitA�, CantA? prova debolmente a reagire, ma le sue stelle hanno perso ritmo, e Milano tiene, trasformando gli ultimi dieci minuti in garbage time, dove viene tributata una stando ovation a Ragland e soprattutto Kleiza.
Per gli ospiti comunque gli ultimi a mollare sono il solito Feldeine,Williams e Jones, insieme ad un J-O ondivago.
Finale 83-64 milano

Per entrambe le squadre, impegnate in coppa, non ci sarA� neppure il tempo di riprendermi dalle fatiche del derby, in quanto Milano attende a Desio il Fenerbahce, nell’ennesima super sfida del girone di Euroleague, mentre i biancoblA? dovranno difendere le mura amiche del Pianella in Eurocup.
Milano che resta comunque una squadra in via di definizione, in attesa di trovare continuitA� da parte dei nuovi innesti e una forma fisica decente da parte di Shawn James.
Intanto perA? i biancorossi si godono un ritrovato Kleiza, un Brooks finalmente presente e concentrato su entrambi i lati del campo, e una chimica di squadra che cresce di partita in partita.

Milano: Ragland 17 e 7 assist, Brooks 14 e 6 rimbalzi, Gentile 13, Kleiza 18 e 7 rimbalzi (MVP), Samules 6+10

CantA?: Johnson-Odom 17, Feldeine 12, Jones 12, Williams 9 e 14 rimbalzi

Federico Meyrat

About Federico Meyrat

View all Posts

Studente milanese, grande appassionato e pessimo giocatore di basket, cerco di raccontare le partite dell'Olimpia Milano, senza dimenticare il Milan e il golf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.