Basket Serie A: Montepaschi Siena liquida la formalitA� VL Pesaro (80-70)

TurnerTutto facile per Siena nella quarta giornata di ritorno del campionato; Pesaro non A? certo l’avversario in grado di impensierirla, per di piA? in una giornata dove i biancorossi non sembrano essersi portati dietro la loro tipica determinazione. Siena fa il minimo sindacale, A? il solo Erick Green che conduce le danze, solo contro tutta Pesaro, che non riesce proprio a contenerlo. Al termine del primo quarto (24-16), Green ha giA� messo a referto tredici punti, col 100% di realizzazione. Grande prestazione, sicuramente, ma Pesaro non A? mai stata capace di arginarlo; non si puA? dire neanche che Johnson, pari ruolo, ci abbia provato. Troppo distanti i due giocatori per aprire un confronto.

Nel secondo quarto, c’A? l’unico sussulto di Pesaro, che dal 27-20 piazza un bel break di 10-0, che neanche Crespi riesce a interrompere con un timeout; A? Turner, dopo una prima frazione abulica, ad accendere il motore, ben spalleggiato da OD Anosike. Ma Pesaro fa appena in tempo a rendersi conto di essersi portata in vantaggio (27-30), che Green indovina – prima – un tiro fuori ritmo dall’angolo, al termine di un’azione confusa dei suoi, e – poi – una tripla su uno sciocco cambio difensivo di Johnson (32-30). Trasolini impatta sul 32-32, prima di un 6-0 targato Haynes e Green, che manda le due squadre negli spogliatoi (38-32).

Coach Crespi gliene avrA� sicuramente cantate quattro durante la pausa lunga, tant’A? che al rientro in campo, i suoi ragazzi ipotecano la vittoria finale. Green continua indisturbato le sue manovre, sempre con percentuali da marziano, con Ortner a dargli una mano. Pesaro A? troppo molle, non tiene i primi passi, e in attacco si deve affidare spesso alle iniziative da playground di Turner, che confeziona anche due belle assistenze per Trasolini. Il parziale al termine della frazione parla di un ecclatante 23-14 per Siena (61-46A�complessivo).

Rimane poco da dire su questa partita. Dopo aver visto da vicino lo scarto dei venti punti, Pesaro riesce a ricucire qualcosina, riportandosi a distanze meno siderali. Siena A? perA? in controllo e porta meritatamente a casa i due punti (80-70 alla fine). Anche questa volta, Pesaro riesce a trasformare uno degli avversari nel miglior giocatore di giornata: Green chiude con 40 di valutazione, frutto di 34 punti, con il 91% da due punti, il 100% da tre, il 100% ai tiri liberi, tre rimbalzi. Fantastico! Ma Pesaro ha parecchi meriti in questo. La squadra di Dell’Agnello torna a meno quattro in classifica da Montegranaro, vittoriosa al fotofinish contro Bologna. E domenica all’Adriatic Arena arriva proprio Montegranaro, con i suoi tifosi pronti a cantare “a�� e voi non vincete mai! a��”. Vedremo.

In attesa del derby delle Marche, grossi complimenti a Marco BeLLinelli, che ha portato l’Italia nella storia della NBA con la vittoria nella gara del tiro da tre punti all’Al Star Game 2014. Bravo Marco!

Fabio Gennari

About Fabio Gennari

View all Posts

Quarant'anni, un metro e ottanta, playmaker dall'età di sette anni: il basket è davvero la mia passione smodata, che mi emoziona ogni volta che gioco o che guardo una partita. Quando ho capito che i miei centimetri a disposizione erano pochini per sperare di vivere con la pallacanestro, ho abbandonato il sogno di giocare con Magic Johnson e sono diventato ingegnere (che salto!!!). Lavoro nel settore dei mobili e complementi di arredo, con sufficiente soddisfazione: se a qualcuno servissero consulenze, avete il mio contatto. La pallacanestro è sempre con me, che si tratti di giocare, di allenare, di essere il responsabile di una società amatoriale (il Flowers Basket Club di Pesaro), o semplicemente di fare il tifoso la domenica. Evito solo l'abbonamento a Sky, perché altrimenti diventerei NBA-dipendente, senza avere antidoti per smettere: il mio matrimonio è ancora giovane e non vorrei mandarlo in crisi così presto per una sfida fra Durant e Le Bron James. Da oggi sono anche blogger. Conto di divertirmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.