La Scandone c’è… ma non si vede. Nanterre battuto 75 a 84

Pare strano a dirsi e ancora più strano a scriversi utilizzando una tecnologia che può stare in un palmo di mano ma per la partita di questa sera, primo match della Scandone nel torneo Pro Stars di Angers, non è stato garantito alcuno streaming video. Noi commentatori abbiamo dovuto accontentarci di ciò che arrivava da Oltralpe. Sia esso uno scarno e sterile netcasting o qualche informazione filtrata dall’entourage della SIDIGAS. Vogliamo sottolineare, da questo punto di vista, che i francesi davvero non possono insegnarci nulla. Prova ne è l’organizzazione perfetta della Dinamo Sassari che ha ospitato i biancoverdi in terra sarda offrendo un servizio di streaming video puntuale e impeccabile.

Lasciata alle spalle la più che giustificata polemica, spostiamo il focus sull’incontro. Avellino vince di 9 punti, 84 a 75, scavando un solco incolmabile al ritorno dall’intervallo lungo e arrivando anche a +16 all’inizio del 4 periodo. Il Nanterre, memore della combattutissima partita di Champions vinta in casa dei lupi dopo ben due tempi supplementari, parte bene ma non riesce mai a sopravanzare i biancoverdi di più di 5 punti.

I numeri della partita

La Scandone tira col 60% da due punti e col 40% da tre. Prende 34 rimbalzi contro i 30 degli avversari. Sugli scudi Costello autore di una prestazione da incorniciare. Doppia doppia per il pivottone americano autore di 21 punti con il 70% da 2 e un 100% (un tentativo, un canestro) da tre punti. Fa suoi 11 rimbalzi per una valutazione di 29. Ottima anche la prova di Cole che era stato in dubbio fino alla palla a due. 11 punti per l’ex compagno di Lebron James in poco più di 25 minuti di utilizzo. Da segnalare la prova di tutto il reparto lunghi (salvo, purtroppo, la prestazione opache di Spizzichini). Green e Nichols assieme realizzano 29 punti. Discreta partita anche di Sykes (13 sul tabellino) e di Campogrande che, alla prima uscita stagionale, fa vedere che potrà essere d’aiuto nelle rotazioni decise da coach Vucinic.

Insomma una buona prova con un avversario di buona caratura tecnica. Il percorso di approccio all’inizio del campionato è ancora lungo ma il lavoro fatto fino ad ora comincia a dare qualche frutto. Nel dopo partita soddisfatto l’allenatore di Avellino mentre il collega francese ha parole amare per una partita giocata dai suoi con poco ritmo e non scegliendo quasi mai la soluzione migliore, abbassando in tal modo le percentuali di realizzazione.

Domani alle 21 la Scandone affronterà la compagine di Le Mans. Ovviamente anche per questa partita non dovrebbe essere previsto alcuno streaming video. Speriamo che i francesi si attrezzino quanto meno per le finali di sabato 15 settembre. Il popolo ha fame di streaming video? Dategli il netcasting. La storia non insegna mai nulla.

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.