L’Atalanta passa al Barbera, salvezza ad un passo (2-3)

pinilla

Festival di gol al Barbera! L’Atalanta con una prestazione incredibile conquista tre punti sul difficile campo di Palermo.Tre punti che hanno il sapore della salvezza.Con il Cesena matematicamente retrocesso,ed un Cagliari rispedito a -8, l’Atalanta mette una seria ipoteca sulla salvezza. La partita più pazza dell’anno mette a dura prova le coronarie dei tifosi della Dea e soprattutto quelle di mister Reja.Nerazzurri subito in vantaggio al 6’ con il primo gol in serie A siglato da Baselli ( gioca un buon primo tempo lasciando il posto nel secondo ad un altrettanto buon Cigarini).Migliore in campo sia in fase offensiva che in preziosa copertura e’ stato Papu Gomez autore del pregievole gol del 3-1 . Atalanta che si presenta priva di Sportiello, (assente per squalifica) sostituito da Avramov.Il secondo portiere non si presenta all’altezza ed incappa in una giornata nera che difficilmente scorderà. Sul primo gol del Palermo non e’ impeccabile, ma è all’ 11’ della ripresa che sfodera il meglio in senso negativo. Ritarda un controllo e per questo si trova costretto a dribblare Vazquez, ritarda il rinvio, si fa rubar palla commettendo un fallo da rosso e causando il rigore. Atalanta che si trova in dieci con l’ingresso in campo del trentanovenne Frezzolini che tra i pali vede clamorosamente calciato il rigore sopra la traversa dal bergamasco d.o.c. Belotti. I rosaneri si portano sul 3-2 a metà del secondo tempo ed i nerazzurri resistono stoicamente in dieci uomini ridotti a 9 nei minuti finali con Masiello a terra per trauma cranico commotivo (verrà trattenuto nella notte in ospedale per accertamenti. Prossimo turno casalingo contro il Genoa vedrà il rientro di Sportiello, ( mai come a Palermo rimpianto) saranno invece assenti per squalifica Zappacosta e Biava ( quest’ultimo ampiamente applaudito dai sue ex tifosi ).Ci auguriamo che venga conquistato al piu’ presto il punto necessario al raggiungimento dell’aritmetica salvezza e sarebbe bello avvenisse già domenica nel turno casalingo davanti al pubblico di casa. A mister Reja in  futuro spetterà l’onere e l’onore di lavorare per l’Atalanta del futuro.

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*