Lazio, basta Klose; Cagliari Ko in due minuti

marchetti-astori

Una situazione vista tante, troppe volte; una squadra in difficoltA�, aria di contestazione, e il Cagliari a fare da vittima sacrificale di fronte alla��avversario di turno. Contro una Lazio in evidente difficoltA� (almeno nella prima frazione di gara) i rossoblA? non riescono ad approfittare di un buon primo tempo e vengono colpiti nella ripresa da Klose e Candreva.

Alla vigilia Lopez aveva dichiarato, in maniera candida, di non fidarsi della presunta crisi biancoceleste, perchA� sarebbe stata certamente una partita difficile. La��undici iniziale di Petkovic per la veritA� faceva pensare tutta��altro, senza i big Klose ed Hernanes e con dietro Novaretti e Pereirinha, in evidente difficoltA� nelle precedenti uscite con la maglia laziale. Il mister rossoblA? dal canto suo poteva contare sul recuperato Dessena a centrocampo e schierare in avanti Cabrera alle spalle del duo Sau – Ibarbo, lasciando ancora una volta in panca Pinilla, uomo vittoria contro ilCatania. A�Il primo tempo vede una Lazio frenata e timorosa, contro un Cagliari ben messo in campo che quasi ha paura di affondare con decisione, nonostante il gol sfiorato da Cabrera al 18a��e la��uscita a valanga della��ex Marchetti per chiudere su Astori appena 5 minuti dopo. Grande occasione anche sui piedi della freccia nera Ibarbo, anticipato da Novaretti prima di concludere a botta sicura.

Petkovic A? in difficoltA�, e si affida a quello che A? il campione piA? affidabile e letale tra i suoi : Miro Klose. Entra nella ripresa e dopo 7 minuti, dopo il nulla assoluto dalle parti di Agazzi nella prima parte di gara, colpisce di testa per il vantaggio e poco dopo si procura il rigore del 2-0 (segnato da Candreva) approfittando dello scriteriato mani in area del rientrante Pisano.

La reazione isolana non arriva, i padroni di casa hanno messo sul proprio binario una gara che stava diventando complicata e la traghettano tranquillamente fino alla fine senza patire piA? di tanto. Complimenti sinceri a Miro, inesorabilmente decisivo, e una tirata da��orecchi ai rossoblu con la��augurio di riprendersi i punti persi oggi giA� mercoledA� contro il Bologna.

 

Daniele Serra

About Daniele Serra

View all Posts

Daniele Serra nasce a Cagliari nel 1982 d.C. , sull ’isola più bella del mondo. Nel cassetto (chiusa bene) una triennale in lettere guadagnata con la tesi “Parola di Ultras – un’analisi linguistica degli striscioni delle tifoserie calcistiche italiane”. Ama scrivere, il buon cinema, le corse in riva al mare e con la palestra cerca di mantenere in condizioni accettabili la sua carcassa. Da sempre cagliaritano, nel bene e nel male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.