Lazio, il mercato che non c’è

calciomercatoGli uomini di Petkovic non convincono, i risultati stentano ad arrivare ed ecco che puntuali tornano le ridde di nomi più o meno appetibili che potrebbero raggiungere Formello a Gennaio. Il condizionale è d’obbligo, perchè le strategie della società sono sempre poco comprensibili e lineari, almeno dal punto di vista del tifoso innamorato della propria squadra. La difesa subisce troppo e l’attacco stenta a segnare e così in un contesto nel quale invece per ora sull’altra sponda si festeggia, appare necessario quanto opportuno tornare sul mercato correndo ai ripari così come accaduto nel 2009. Corsi e ricorsi, il passato sembra tornare ma ciò che più preoccupa è che sembra proprio che dagli errori non si voglia mai trarre utili insegnamenti. Comincia così una nuova girandola di nomi, una pantomima mediatica destinata a divenire il tormentone di turno. Salvo poi arrivare all’ultimo giorno e scoprire che non si avevano obiettivi ufficiali da perseguire. Ora però c’è da riparare alle nuove scommese perse, Pererinha Novaretti e Vinicius sembrano ormai ai margini della considerazione del tecnico biancoceleste con il giovane terzino brasiliano escluso dalla lista Uefa. Tanti i movimenti che animano i titoli giornalistici e l’ambiente, dal proabile addio di Dias richiesto a Dubai alle lusinghe inglesi per Klose passando per le voci che vorrebbero il Milan sulle tracce di Hernanes e Marchetti. Se dai rossoneri potrebbe arrivare Pazzini, la difesa andrà assolutamente rinforzata perchè un intero campionato con gli uomini attualmente a disposizione di Petkovic è a dir poco impensabile nonchè molto pericoloso. Ora si fanno spazio nomi che non suscitano euforia od entusiasmi fatta eccezione forse del solo Gomis che garantirebbe la potenzialità di un reparto che con i giovani Perea e Keità ritroverebbe il giusto mix di giovinezza, affidabilità ed esperienza. Dagli albanesi Kace e Abrashi, a Schar alla punta tedesca Helmes . Nomi che circolano ma che potrebbero anche lasciare il posto ad altri oppure svanire nel nulla.

Massimiliano Marsili

About Massimiliano Marsili

View all Posts

Romano de Roma, è ormai prossimo alle 50 primavere. Dopo la famiglia, la vita all'aperto è stato da sempre il suo secondo amore. Una vita nello sport con il grande hobby del giornalismo sportivo. Per poco non è diventata la principale attività lavorativa ma la passione non si è mai sopita. Basket e Calcio hanno rappresentato ed in parte tutt'ora lo sono parte della sua vita.... sport praticati a tutti i livelli, giocatore allenatore ed arbitro. Parimenti le esperienze radiofoniche con diverse emittenti e strutture locali e nazionali, sia web che FM. Laziale doc, amante di tutto il movimento biancoceleste che segue in diversi siti e blog. Con grande piacere ed entusiasmo si è lasciato coinvolgere dal progetto di SportBloggers.