Milan, niente ricorso per Balotelli…ma perchA??

Mario Balotelli con la maglia del MilanLa recente partita del Milan contro la Sampdoria puA? essere considerata come la piA? importante fra quelle che i rossoneri hanno giocato dalla��inizio del campionato. Ancor piA? importante di quella col Napoli, dove la squadra di Allegri voleva sA� vincere, ma essendo comunque consapevole di poter anche perdere, data la smagliante forma dei partenopei.

Il Milan il match contro i blucerchiati la��ha vinto, riuscendo a portare a casa tre importantissimi punti non senza faticare, anzi.

La��assenza di Balotelli non ha certo giovato ai rossoneri, autori di un pessimo primo tempo e di un gioco non certo degno di una squadra che punta ai primi posti.

La domanda sorge spontanea: perchA� il Milan, pur conoscendo la��importanza di Balotelli, ha accettato senza discutere la squalifica di tre giornate assegnata alla��attaccante bresciano?

Se la societA� avesse optato per il ricorso, sicuramente non avrebbe avuto il bomber per il match contro i doriani, ma molto probabilmente avrebbe ottenuto quello sconto di pena (una giornata) tale da garantire a Balotelli la facoltA� di scendere in campo nel fondamentale match contro la Juventus, nel turno successivo.

A prima vista puA? apparire come una scelta dettata dalla��analisi oggettiva dei fatti, del tipo: a�?Mario ha insultato la��arbitro? Mario paga!a�?

Ma chi ha buona memoria sa che non puA? essere andata in questo modo.

Ricordate Fiorentina-Milan della��aprile scorso? Al termine della gara Balotelli rivolse alla��arbitro a�?espressioni ingiuriosea�? (sA�, proprio lo stesso termine usato nel giudizio di qualche giorno fa da Toser), per poi correre negli spogliatoi.

Le riprese effettuate dalle molte telecamere fecero capire a tutti di che tipo di a�?espressioni ingiuriosea�? si trattava, ovvero il a�?Cazzo vuoi?a�? rivolto da Mario al giudice di gara.

Nei giorni successivi, gli avvocati del Milan si dannarono per trovare plausibili motivazioni con le quali ridurre la pena alla��ex giocatore del City, finendo per a�?spiegarea�? (o almeno provarci) al Giudice Sportivo che la��espressione usata da Balotelli era oramai entrata nel gergo comune, e che quindi non poteva essere considerata come una��offesa.

Tentativo simpatico, inutile dirvi che per il Milan andA? a finire malea��

La domanda che vi ho posto prima assume sempre piA? valore se esaminiamo il comunicato del Giudice Tosel, dove si afferma che le accuse a�?sono state rilevate dal Quarto Ufficialea�?: un argomento sul quale gli avvocati rossoneri avrebbero potuto benissimo giocare, e con il quale sarebbero probabilmente riusciti ad ottenere lo sconto della terza giornata, proprio quella con la Juve.

In pochi mesi il Milan A? passato dalla��arrampicarsi sugli specchi per difendere il proprio campione alla totale indifferenzaa�� Cosa��A? cambiato in Via Turati? Galliani & C. non reputano piA? Balotelli fondamentale oppure ca��A? sotto qualcosa��altro?

Forse non lo sapremo maia��

Jacopo Brama

About Jacopo Brama

View all Posts

Un lunedì di tanti anni fa, seduto all’ultimo banco di una terza elementare, conobbi la prima pagina della Gazzetta e ne rimasi folgorato. Qualche primavera dopo porto nel cuore lo stesso sogno: trasmettere al mondo sentimenti ed emozioni che solo lo sport sa regalare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.