Milano si aggiudica il 167A� derby con Varese (84 – 72)

milanovarese basket1Milano si aggiudica il derby nA� 167 con Varese, ma che sofferenza! Il risultato finale, + 12 per i padroni di casa, A? perA? assai bugiardo, se si consideri che Varese aveva palla in mano ad un minuto dal termine, al culmine di una bella rimonta (piA? volte sotto a -14), trascinata non dagli stranieri ma dai suoi gioiellini italiani, De Nicolao e Polonara, migliori in campo.

Il primo, col 10 sulle spalle, oltre a dirigere i compagni da vero regista qual A? servendo assist al bacio, va pure in doppia cifra con ottime percentuali al tiro, mentre il secondo, risolto il problema estivo alla caviglia che gli ha fatto saltare l’Europeo con la Nazionale, A? a dir poco strepitoso, 26 punti di rara bellezza con un paio di bombe da distanza siderale (almeno 8 metri)

Ma non bastano i due scatenati ragazzi a regalare la vittoria a coach Frates, perchA? Milano per la prima volta fa vedere l’animus pugnandi e non fallisce l’esordio casalingo dopo il disastroso inizio di stagione (sconfitta a Brindisi in campionato ed in Turchia con l’Efes in coppa). Giocando sempre cosA� intensamente, Milano potrA� riconquistare di diritto la pole position di squadra favorita al titolo, sebbene sarA� proprio lontano dalle mura amiche che la squadra di Banchi dovrA� far valere al massimo tutte le proprie potenzialitA� come non ha fatto finora.

Il primo quarto A? assai equilibrato, Milano parte meglio (+ 6 sull’ 8 – 2) ma A? un fuoco di paglia, Varese recupera e sorpassa fino al canestro di Samuels che regala un solo punto di vantaggio all’Armani al termine della frazione (14-13). Nella seconda frazione Milano ancora vanti, pronta reazione di Varese che impatta a quota 21, poi A? testa a testa sino alla sirena, la tripla di Langford regala il vantaggio ai padroni di casa (40 – 38).A�Terzo quarto e finalmente Milano trova il primo deciso allungo, solo alla sirena Coleman riduce di poco il massimo svantaggio (64 – 52). Il leit motiv si ripete nella frazione decisiva, Milano sempre decisamente avanti ma le triple di Polonara e le giocate di De Nicolao tengono viva la fiammella della speranza per i varesini che mantengono con costanza per diversi minuti di gioco il divario attorno alla decina di punti. Poi Jerrells sbaglia tre tiri consecutivi, Varese ne approfitta per portarsi solo ad un possesso di distanza (- 3 sul 75-72), fino al “passi” di Coleman che consegna l’ipotetica palla del pareggio ai milanesi.A�Varese non segna piA?, Milano invece subisce falli a rimbalzo o nel pressing, col bonus raggiunto Gentile e Langford ai liberi non perdonano. Il match si chiude col contropiede e la bomba allo scadere del malconcio Moss, che regala il derby a Milano dopo le ultime quattro sconfitte consecutive coi “cugini”.

About Matteo Brama

View all Posts

Veronese, alle soglie dei 50 anni ha 5 amori (Barbara, Jacopo, Joe, l'Inter e L'Hellas) e per non essere da meno pure 5 amanti (la corsa, la bici, la fotografia, la scrittura e lo sport in generale). Sportivamente parlando vanta un paio di record di cui va fiero: maggior numero di sport praticati in vita (ne ha perso il conto) nonché maggior numero di infortuni e fratture (che gli hanno valso il meritato soprannome di Swarosky). Nella sua quarantennale carriera sportiva è stato giocatore, guardalinee, arbitro, dirigente, presidente, allenatore, giornalista-fotografo-scrittore sportivo...Sta seriamente pensando di taroccare la carta d'identità per poter partecipare al corso arbitri e chiudere il cerchio per entrare nel guinness dei primati. E' fondatore e promotore di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.