Mundaily – Days 16 & 17

Giornata di riposo, la��altro giorno, per le squadre approdate alla fase ad eliminazione diretta, e cosA� ne ha approfittato anche il vostro a�?uomo diarioa�?a��

a��anche se non ho certo ignorato il a�?mondo sportivoa�?: la pausa ha permesso di affrontare temi diversi da quelli strettamente legati ai risultati delle partite.

Abbiamo cosA� scoperto che, a�?freddia�? dati alla mano, il miglior giocatore della fase eliminatoria A? stato James Rodriguez, fantasista della Colombia.

Il ragazzo, attualmente al Monaco e approdato in Europa grazie al a�?solitoa�? Porto (i portoghesi sono dei veri e propri maghi nello scouting, specie in Sudamerica), ha pensato bene di spiegare in maniera pratica il ben parlare che si sta facendo di lui spazzando via a�� con una doppietta a�� la��Uruguay (vendicando, magra consolazione la��Italia) e portandosi in testa alla classifica cannonieri con 5 marcature totali.

I a�?Cafeterosa�?, finora la squadra piA? bella del Mondiale, con meriti sia al talento generale dei giocatori, sia alla��acume tecnico-tattico del CT argentino JosA� Pekerman (icona delle giovanili in Patria, con tre titoli mondiali Under-21 messi in bacheca), sono ora la grande speranza di tutti coloro che tifano perchA� questa Coppa del Mondo non abbia la��esito piA? scontato che ci si possa attendere, ossia la vittoria dei padroni di casa del Brasile.

Che ai quarti incroceranno proprio la Colombia, dopo aver faticato e non poco ad eliminare negli ottavi il Cile.

La SeleA�ao A? stata costretta ai rigori, da Vidal e compagni, dopo che i tempi regolamentari e quelli supplementari si erano conclusi sulla��1 a 1 (vantaggio verdeoro firmato da David Luiz, pareggio di Alexis Sanchez). E con tanto di brivido finale, quando il pallone colpito dal cagliaritano Pinilla si A? stampato sulla traversa, alla��ultimo minuto del secondo tempo supplementare.

Dal dischetto inizia David Luiz, che dopo aver dato il vantaggio ai suoi nel primo tempo, fa il suo dovere andando in rete. Cosa che non riesce invece a Pinilla, che dopo aver visto la traversa stoppare il suo gol-vittoria, A? costretto ad osservare Julio CA�sar respingere il suo penalty

Il ricciolone del Chelsea Willian calcia a lato, rimettendo in corsa i cileni. PerA? a�?La Rojaa�? A? di nuovo subito nei guai, dato che a�?sbagliaa�? niente meno che Alexis Sanchez, che si vede pure lui respingere il pallone dalla��ex portiere della��Inter.

Il madridista Marcelo segna, altrettanto fa ArA�nguiz; quindi A? il turno di Hulk, che viene a�?ipnotizzatoa�? da Bravo. Marcelo DA�az trasforma il suo tiro, rimettendo in pari le cose tra le due squadre.

Tocca a Neymar, che spiazza il portiere avversario, mentre il quinto e ultimo rigore cileno lo calcia Jara. Colpendo il palo interno e facendo tirare un grosso respiro di sollievo ai grandi favoriti di questa Coppa del Mondo.

Oggi, mentre Olanda e Messico si giocano il passaggio del turno in un match che finora si sta mostrando meno scontato del previsto, stasera tocca alla sorpresissima del torneo, ossia la Costa Rica, vincitrice del girone della��Italia, avendo battuto sia gli Azzurri sia la��Uruguay, pareggiando poi nella terza (inutile) sfida con la��Inghilterra. 4 gol fatti e uno solo, su rigori, subito; con questi numeri i centramericani partono favoriti contro la Grecia che non A? certo quella del 2004, ma che intanto A? riuscita nella��impresa (la��approdo agli ottavi) sfuggita invece a squadre ben piA? blasonate come appunto la��Italia e la��Inghilterra, ma anche la Spagna campione in carica.

E domani tocca alle due squadre che fin qui si sono dimostrate le piA? a�?solidea�? e a�?quadratea�? del torneo, ossia Francia e Germania.

I a�?Gallettia�? se la vedranno con al Nigeria, mentre i teutonici dovranno stare attenti a non sottovalutare la sorprendente Algeria, che ha (di fatto) eliminato la piA? quotata Russia di Fabio Capello.

Buona domenica!

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.