Non basta la doppietta di Mario Gomez, Viola solo pari ad Udine (2-2)

Image00087

Una doppietta (quasi) inutile quella di Mario Gomez che serve a ben poco per la corsa al terzo posto della Fiorentina, che ormai puA? sperare nella Champions soltanto con la vittoria dell’Europa League, coppa su cui la Viola punta oramai tutte le sue fiches.

Sono state davvero tante le partite in questo mese di marzo, ed aprile sarA� altrettanto difficile purtroppo. Ricordiamoci che la Fiorentina A? in corsa per tutte e due le coppe e, come evidente, questo dato A? sfavorevole per la forma fisica.

La partita parte con un grande dominio dell’Udinese, sono bravi i bianconeri a coprire tutti gli spazi e a mantenere la palla in gioco; viola costretti a difendersi per gran parte del primo tempo.

Inevitabile il gol dell’Udinese,dopo essersi imposto trova la rete con Wague, che dopo una mischia da calcio d’angolo si ritrova il pallone tra i piedi e non A? difficile segnare.1-0.

Dopo il gol i viola iniziano a prendere coraggio e a dettare legge nel terreno di gioco, creando cosA� un grande dominio in questi minuti finali. Ci prova Basanta dalla distanza,tiro molto potente ma pallone sul fondo. Successivamente anche Valero prova un tiro da buona distanza, ma il pallone viene raccolto senza problemi da Karnezis. Si conclude cosA� il primo tempo.

Ripresa che parte col piede giusto per la Fiorentina, passano pochi minuti prima che Mario Gomez riesca a trovare il gol, serata molto bella per lui, il tedesco firma prima il pareggio e due minuti dopo addirittura il sorpasso della Viola, il kaiser davanti a Karnezis rimane lucido e freddo, piattone sull’uscita del portiere e 2-1.

Numerose le incursioni dei friulani per cercare il pari, il gol arriva in fretta e furia pochi minuti dopo il gol di Gomez. Partita (ri)aperta e 2-2.

Non succede piA? nulla, la Viola non fa nulla per provare a vincere, finisce 2-2 il match, un punto che serve solo ai friulani.

Tante volte A? stato detto che il sogno Champions sembrava svanito, si, stavolta A? cosA� probabilmente, si A? capito che la Fiorentina ha tutte le attenzioni soltanto sulle coppe, obiettivi importanti e realizzabili.

E magari un passaggio in Champions se lo vincerA� grazie all’Europa League, chi lo sa! Speriamo…e incrociamo le dita!

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*