Parma vs. Sassuolo, attesa per il primo derby dei neroverdi in serie A

sassuolo3Parma – Sassuolo, in arrivo il primo derby per gli uomini di Di Francesco

Dopo l’ottima prova contro la Lazio, il Sassuolo torna in campo con un rinnovato entusiasmo.

Si gioca sul campo del Parma di tecnico Donadoni che, forse rispettando il cognome che porta in dote, farà dei regali anticipati ai neroverdi.

Battute a parte, sarà una partita maschia, dove entrambe le squadre s’impegneranno per riuscire a portare a casa punti importanti per l’obiettivo finale: la salvezza.

Arrivare  a quei 40 punti che dovrebbero garantire la permanenza nella massima serie anche per la prossima stagione.

Campionato mediocre ma essere tra le grandi, beneficiare, e qui parlo per i presidenti delle due società, degli introiti derivanti dal “fare” un campionato di serie A, diritti televisivi e tutto ciò che finanziariamente porta ossigeno nelle casse del club.

A pensarci bene, però, ho usato, forse, il termine mediocre con troppa facilità: si potrebbe parlare così se a fine stagione stessero lottando per la salvezza squadre come l’Udinese del bravo Guidolin o l’Atalanta, non certo Parma o Sassuolo.

E parlo così perché l’organico di queste due team emiliani è buono ma non eccezionale; qualche individualità che spicca, coesione di gruppo, per carità, ma ci si ferma qui.

Il mio ragionamento viene fatto per la massima serie, se fossero in B ora sarebbero  nei primi 4 posti sia i Ducali sia il Sasòl.

Tornando al match di oggi, c’è da sottolineare che è la prima volta che le due formazioni si affrontano in serie A.

Il Sassuolo ancora ultimo in classifica, il Parma fuori dalla zona retrocessione ma con solo 6 punti in 6 giornate.

Periodo positivo per entrambe, nelle ultime 3 giornate i gialloblù hanno raccolto 5 punti(1 vittoria e 2 pareggi), i neroverdi invece 2(i primi dopo 4 sconfitte consecutive).

Il modulo che verrà adottato dai due tecnici sarà il medesimo, ovvero il 3-5-2.

Per il Sassuolo avremo: Pegolo in porta, Marzorati, Bianco e Acerbi in difesa, Schelotto, Kurtic, Magnanelli, Laribi e Ziegler a centrocampo, Floro Flores e Berardi in attacco.

Tra gli indisponibili abbiamo Marrone, Antei, Gazzola, Valeri, Gomes e Terranova.

Nessun squalificato.

Fa discutere il mancato utilizzo fin dal primo minuto del forte Simone Zaza a discapito di Floro Flores, quest’ultimo assoluto protagonista dell’ultimo match disputato contro la Lazio, è vero, ma giocatore di qualità inferiore rispetto al primo(capocannoniere della squadra), e soprattutto l’ex genoano è più adatto a essere impiegato a partita in corso, preferibilmente nel secondo tempo.

Probabilmente Di Francesco si affida al fato, visto che Floro Flores ha segnato il suo primo goal in serie a A proprio contro il Parma, nel febbraio del 2004.

Con Schelotto la settimana scorsa contro la Lazio è andata bene, vedremo oggi se la coincidenza si ripeterà.

Il Parma, invece, schiererá Mirante in porta, in difesa Cassani, Lucarelli e Felipe, Biabany, Acquah, Gargano, Parolo e Gobbi a centrocampo, Sansone in attacco a supporto di Cassano.

Per la squadra di Donadoni pesano le squalifiche di due pedine importanti quali sono Amauri e Marchionni.

Mio pronostico? un bel pareggio a reti bianche.

Forza ragazzi, forza Sasòl.