Partita spettacolare al Franchi, Pasqual stende una bella Atalanta (3-2)

Image00057

Emozioni fino all’ultimo minuto al Franchi nell’anticipo delle 12:30 di questa domenica calcistica.Una Fiorentina che non molla e agguanta il vantaggio a due minuti dal termine, dopo aver subito pochi minuti prima il gol del pareggio.Grande voglia di vincere sia da una parte che dall’altra.D’altronde lo sappiamo,la Fiorentina vuole ritrovare la Champions,e anche se sembra davvero difficile nulla A? impossibile.

Partita che si apre a ritmi blandi,poche emozioni nei primi minuti,solo un’azione importante da segnalare,quella col colpo di testa di Maxi Moralez che per poco non trova la porta,ma la sua statura non fa di certo i colpi di testa la sua specialitA�.Partita che inizia ad accendersi e regala il primo gol con Zappacosta che sfrutta una mancata uscita di Tatarusanu per schiacciare di testa in rete senza problemi,1-0 e subito in salita il match viola.

Non mancano occasioni anche dall’altra parte,ci prova Diamanti con un tiro a giro dal limite che si conclude sul fondo,da apprezzare perA? il tentativo dell’ ex Guangzhou.

Pareggio che giunge da calcio piazzato,cross davvero invitante di Mati Fernandez e Basanta completamente smarcato finalizza in rete facilmente con un colpo di testa.

Non ci sono altre grandi occasioni da segnalare,primo tempo sull’ 1-1.

Secondo tempo con occasioni che si manifestano dopo molti minuti,la prima quella con partecipe Diamanti che coglie dal cilindro un tiro che impegna Sportiello a una bella parata. Ma dopo l’entrata con esordio di Mohamed Salah (tra l’altro davvero buon esordio) di nuovo Diamanti si rende protagonista con un gol, davanti al portiere e spostato un po’ sulla destra per lui non ci sono problemi a segnare, e la gioia A? davvero tanta.

Viola che si fa beffare forse dal troppo entusiamo e si fa agguantare dall’ Atalanta col neo entrato Boakye, che a porta spalancata mette in rete il 2-2 grazie a una mancata marcatura.

Scorrono i minuti e il pareggio sembra ormai il risultato finale, ma al 43′ il capitano sfrutta un fantastico passaggio di Mati che sorpassa tutti e a porta vuota conclude in rete, davvero emozioni infinite e 3-2 il risultato finale.

Una vittoria meritata per una squadra che non si A? mai arresa,l’ha dimostrato oggi e non solo, un chiaro segnale dell’obiettivo che la Viola vuole centrare: il terzo posto.Un terzo posto di certo complicato da raggiungere ma le sorprese sono sempre improvvise, e vincere A? l’unico modo per crederci ancora.

Avanti cosA�!

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.