Poker viola al Sant’Elia, la Fiorentina c’A? (0-4)

Image00050

Gli spettri maligni che perseguitavano la Fiorentina forse se ne sono finalmente andati,A�oggi A? un pomeriggio che i Fiorentini si ricorderanno per molto tempo, un poker che carica la Viola per la grande sfida di venerdA� sera contro la Juventus.Come sempre A? la Fiorentina che inizia a spron battuto, passano pochi attimi e Cuadrado viene atterrato al limite dell’area dopo un succulento dribbling, calcio di punizione velenoso calciato da un grande Mati Fernandez e Cragno costretto a mandare il pallone in calcio d’angolo. Dopo pochi minuti un’altra importante azione della Fiorentina con un calcio d’angolo che spiove sulla testa di Marcos che schiaccia in rete e, nonostante il pallone sorpassi il portiere, ci pensa Gomez a “parare” negando il gol allo spagnolo. ma il gol A? solo rimandato di poco… Mati Fernandez partecipe ancora una volta e stavolta trovando il gol, con una punizione che beffa il portiere anche grazie a uno strano movimento a ingannare il portiere di Gonzalo sotto porta.Finale di primo tempo dove si fa vedere anche la squadra di casa con Ibarbo che corre verso la porta col solo Alonso a marcarlo, ci pensa Neto perA? con un’uscitaA� rischiosa a salvare la Fiorentina dall’ 1-1. Pochi istanti ed ancora Ibarbo furoreggia con un tocco lento che sorpassa Neto ma si spegne sul fondo. Inizio del secondo tempo che vede ancora il Cagliari spingere alla ricerca del pari: Pisano si invola verso l’area, mette una palla arretrata per Farias che calcia addosso a un difensore, poi Cossu ha l’opportunitA� di segnare ma coglie dal cilindro un tiro velleitario che viene raccolto in presa sicura da Neto. E poi ancora Cagliari,ancora Pisano,che entra in area di rigore,Neto si cimenta in una uscita spericolata e causa un rimpallo che mette Farias solo davanti alla porta vuota,solo Savic di fronte a lui,e proprio lui riesce a togliere la gioia dei tifosi sardi,respingendo la conclusione del giocatore cagliaritano. Con lo scampato pericolo ritorna a fare il gioco la Fiorentina,nella trequarti campo sarda un rimpallo favorisce Mati Fernandez che trova lo spazio per calciare una bordata che si insacca sul primo palo,veramente una giornata fantastica per il talento cileno,2-0! Sempre dolorosa la Fiorentina in contropiede, stavolta Mario Gomez si ritrova a tu per tu con il portiere, un po’ defilato sulla destra, ma riesce comunque a trafiggere il portiere con un piattone che si conclude sul primo palo, grande gioia non solo per il tedesco ma anche per tutti i Fiorentini che rivedono segnare Marione in campionato dopo 259 giorni,dopo quel Fiorentina-Chievo che sancA� un calvario interminabile per Mario. Partita che viene chiusa al ventinovesimo minuto, quando Borja pesca Cuadrado con un filtrante perfetto, colombiano solo davanti a Cragno che non sbaglia mettendo il pallone in fondo al sacco con un piazzato perfetto. Finisce cosA� 4-0, un risultato che premia oltremodo un’ottima Fiorentina ma punisce un Cagliari che ha creato molto e sbagliato piA? volte l’impossibile. Insomma, poker fantastico, una iniezione di adrenalina per la Viola in vista della tanto attesa sfida contro la Juve, non resta che aspettare venerdA�, sperando che questa Viola non smetta di stupire piA?.

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.