Presentato al Sindaco Marino il nuovo stadio AS Roma

stadio-roma-11

Presentato a Roma il nuovo stadio. Ieri 26 marzo il Presidente della AS Roma James Pallotta ha presentato al Sindaco Marino il progetto di Dan Meis riguardante il nuovo stadio di proprietà della società. Sarà una struttura costruita interamente con soldi privati, senza finanziamenti pubblici, notizia già confortante per i tifosi perché probabilmente non subirà rallentamenti la costruzione tanto desiderata. E’ un progetto interessante, molto moderno ma con uno sguardo al passato, una struttura che vorrebbe rappresentare una sorta di Colosseo moderno. “Vogliamo riproporre la gloria e potenza del Colosseo” ha spiegato invece l’architetto americano Meis davanti al plastico che illustra il progetto. “Creeremo una sorta di nuovo Colosseo, cercando di dare all’impianto un’impronta moderna. Sarà a misura di famiglia, un’oasi felice per i tifosi”.

Le parole di Pallotta in conferenza: “”Il nuovo stadio avrà un profondo impatto sulla squadra e sui tifosi . È il risultato di un processo durato 24 mesi, nel quale abbiamo sentito il parere dei tifosi e abbiamo messo il massimo impegno. L’Olimpico è stato una grandissima casa per la Roma, ma ha fatto il suo tempo. I tifosi e la città hanno bisogno di uno stadio nuovo. È una grande opportunità per tutti, anche per la squadra: ci darà una spinta in più”. Il Presidente americano scende nei dettagli del progetto: “Tecnologia stupefacente: 52.000 posti che potrebbero diventare 60.000 nelle grandi manifestazioni, come la Champions. Le tribune sono a ridosso del campo, non vorrei essere nei panni dei giocatori ospiti. È uno stadio che incute timore negli avversari. E anche i nostri giocatori non dovranno più fare tutta quella strada per arrivare ai tifosi”. Anche i giocatori sono rimasti colpiti dal progetto, belle le parole del tecnico Rudi Garcia “Quello che mi piace della nuova casa è il giardino, il centro. Su questo giardino dobbiamo continuare a scrivere la storia della Roma”. Per tutti i tifosi giallorossi questo non può che essere un nuovo inizio di una grande avventura, in bocca al lupo!!!

 

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).