Pull Buoy sA�…o Pull Buoy no?

zoom_400PX_asset_18320122 http://sildenafildosage.com/viagra-for-women-myths/

Pull buoy sA� o pull buoy no?

 

 

 

Il pull buoy (letteralmente, a�?boa da tiroa�?) A? uno degli attrezzi comunemente utilizzati nella pratica del nuoto. Fatto di materiale galleggiante, si tiene tra le gambe, quasi alla��altezza delle ginocchia, con lo scopo di bloccare la��uso degli arti inferiori. Questo permette al nuotatore di concentrare la��attenzione sulla��uso delle braccia, dal momento che il pull buoy permette il galleggiamento delle gambe.

 

Ea�� davvero necessario?

 

Si dice che il pull buoy serva ad allenare le braccia, per due motivi. Il primo A? che le braccia ricevono piA? ossigeno e quindi possono essere sfruttate maggiormente. Il secondo, comunemente piA? noto, riguarda la spinta maggiore che devono dare le braccia per mantenere la medesima velocitA� di nuotata.

 

In realtA� molti nuotatori vanno piA? veloci grazie al pull buoy! PerchA�? Il motivo sta tutto nella��assetto che questi nuotatori assumono solitamente senza il pull buoy. La probabilitA�, molto alta, A? che la loro posizione di nuotata sia caratterizzata da una gambata insufficiente, da una posizione della testa verso il fondo vasca, insomma dal corpo obliquo rispetto alla superficie della��acqua. La posizione corretta A? invece orizzontale, parallela alla superficie della��acqua.

 

Il pull buoy corregge quindi il loro assetto errato, e ne favorisce quindi le prestazioni, contrariamente a quanto dovrebbe accadere! Le braccia, oltretutto, fanno meno fatica per mantenere la stessa velocitA�, per cui paradossalmente diminuisce anche la fatica.

 

Quando la��uso A? controproducente

 

A�Se, utilizzando il pull buoy, andate piA? veloci di quando non lo utilizzate, A? perfettamente inutile continuare a macinare km e km nella speranza di aumentare le vostre prestazioni. Meglio fare esercizi mirati per migliorare il vostro assetto in acqua, e soprattutto la gambata. A cosa serve diventare fortissimi con le braccia se poi il corpo sprofonda in acqua e la resistenza della stessa aumenta? Inoltre le braccia non possono farsi carico di tutto il lavoro: se vado fuori soglia vado fortissimo, ma per brevi distanze, e poi rallento.

 

Per concludere: il pull buoy, dal momento che favorisce il galleggiamento, non A? indicato per migliorare la tecnica, perchA� distoglie il nuotatore da una delle abilitA� fondamentali per una corretta tecnica, che A? proprio il galleggiamento stesso. Meglio non utilizzarlo dunque, o considerarlo come strumento per memorizzare la corretta posizione da mantenere in acqua. Fare poche vasche con il pull buoy aiuta a concentrarsi sul giusto assetto, sforzandosi di mantenerlo una volta tolto.

 

La��uso del pull buoy come strumento di allenamento delle braccia A? meglio lasciarlo a quei nuotatori che giA� padroneggiano una buona tecnica. Inutile dire che sono molto pochi.A�

 

Davide Arioli

About Davide Arioli

View all Posts

Ragazzino classe ‘85, si laurea in Ingegneria Meccanica/Gestionale con sommo gaudio di papà e mamma, stufi di mantenerlo, data l’elevata quantità di cibo necessaria a riempire un figlio di 205 centimetri. Lavoratore motivato (dicono sia solo per merito delle ammiccanti colleghe), e appassionato per il nuoto, che gli sta facendo perdere una fidanzata dopo l’altra. La piscina è la sua seconda casa, per la gioia del centro in cui si allena (che, con i soldi delle sue entrare, ci sta ristrutturando l’impianto). Nel (raro) tempo libero si dedica ai pochi amici che reggono i suoi discorsi sullo stile libero, sul delfino e su quanti chilometri abbia fatto in piscina.