Reggio Emilia cade ad Avellino. La Scandone regala partita e vittoria ai propri tifosi. Da mercoledì parte la campagna abbonamenti

DSC_0792Ingresso gratis e pubblico delle grandi occasioni per la prima di campionato tra le mura amiche del Paladelmauro. Avellino vince e convince soffrendo solo il primo quarto, mettendo la testa avanti nel secondo, passeggiando il terzo e rintuzzando il rientro della squadra di coach Menetti nel quarto periodo. Orfana di Fesenko, la Sidigas Avellino fa una partita di sostanza e di grande intensità difensiva. N’Diaye, Lunen e Zerini si dividono lo spot di 5 mentre gli esterni, seppur a corrente alternata, creano non pochi grattacapi ai pariruolo emiliani.

Migliore in campo

Thomas Scrubb, partendo dalla panchina, dà concretezza e dinamicità. In difesa annulla Della Valle conquistando un meritatissimo plus minus di 17. E. a nostro avviso, l’MVP del match. Anche Sacripanti ne tesserà le lodi in sala stampa. Indubbiamente un ottimo rincalzo, l’uomo che, partendo dalla panchina, può cambiare l’inerzia della partita. Rivedibile soltanto il gancio e un paio di palle perse. Buona la prima.

Dietro la lavagna

A corto di fiato e in condizione non eccezionale, Filloy sembra l’ombra di quello dello scorso anno e degli Europei. Nonostante questo l’impegno non manca. La dimostrazione nei 5 rimbalzi catturati.

DSC_0660I numeri

La Scandone, con una difesa asfissiante e tanti cambi sui blocchi mette in difficoltà gli esterni di Reggio Emilia che tirano con il 25% dall’arco dei 6.75. Seppur orfana di Fesenko, cattura praticamente gli stessi rimbalzi degli avversari. L’ex Cervi, autore di una prestazione mediocre, fa male soltanto nei primi minuti (da sottolinieare soltanto il 6 su 6 ai liberi). Rich e Wells per Avellino fanno 32 punti in due mentre è Reynolds il migliore realizzatore per gli avversari (12 punti a referto). Wells ottiene anche il 100% da tre punti con due realizzazioni su due tentativi. Scrubb è il miglior rimbalzista irpino (7 palle conquistate) mentre in campo avversario è sempre Reynolds a distinguersi con 10 recuperi. Pessima prestazione per Della Valle autore di un imbarazzante 0 su 5 dall’arco.

DSC_0821

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*