Ritorno al… passato

SS Lazio: entra Reja ed esce PetkovicReja si, Reja no. A due anni dalle contestazione e le pesanti critiche che avevano portato anche alla pantomima delle finte dimissioni e che di fatto avevano indotto alla��allontanamento o meglio al mancato rinnovo del contratto sia da parte della Lazio che dello stesso tecnico goriziano, ora il nuovo che avanza proposto dal presidente Lotito si chiama ancora Edy Reja. Stante il rifiuto di altri allenatori interpellati, non ultimo Yakin che ha rinnovato col suo Basilea, sarA� la��ex tecnico del Napoli a dover accudire la barca biancoceleste, non come un traghettatore ma protagonista di un progetto piA? duraturo. Contratto fino al 2015, ma ora ca��A? una situazione molto pericolosa da condurre in acque tranquille. I tifosi si dividono, la��arrivo di Reja accresce la��ormai annosa spaccatura nel tifo laziale. Eccessivo difensivismo e cattiva gestione dei giovani e dei giocatori di talento da una parte e concretezza e certezza di una salvezza tranquilla dalla��altra sono i principali argomenti delle tesi degli opposti punti di vista. A�Le chiacchiere lasciano il tempo che trovano ed il lavoro da fare A? tanto. Ca��A? una classifica da risalire ed in fretta e Reja lo sa benissimo. La querelle con Petkovic non ha agevolato il compito del nuovo mister, che forse ha mancato di tatto nel sostituirsi al suo predecessore ma che ora dovrA� imporre le proprie richieste. La rosa va rinforzata, Reja ne A? consapevole ed ha giA� avanzato le sue necessitA� alla dirigenza che perA? troppe volte ha disatteso i propri tecnici regalando magari alternative di tutta��altro profilo o peggio elementi che si sono rivelati a dir poco non adeguati. Ora ca��A? bisogno di concretezza ed almeno un acquisto di valore e di sicuro affidamento A? indispensabile sia nel reparto arretrato che in quello offensivo. Pensare di arrivare a maggio con questa rosa sarebbe impensabile anche per un tecnico di esperienza al quale risulterebbe assai arduo evitare pericolosi tracolli. Certo che gli scarni per non dire pessimi risultati fin qui conseguiti non sono stati originati dalla sola esiguitA� della rosa, dalle giA� note responsabilitA� della societA� e dagli errori di Petkovic, ma anche da un gruppo di giocatori che talvolta del professionismo si ricorda solo seduti al tavolo contrattuale. Manca qualcuno che senta davvero la maglia, qualcuno che possa fare la differenza amando nel profondo questi colori, sia dietro una scrivania sia sul campo, capace di far superare con grinta e carattere anche questi momenti. Purtroppo perA? siamo di fronte ad una gestione che allontana la lazialitA�, che non ama regalare idoli ai suoi tifosi e soprattutto che non puA? e non vuole raggiungere le vette che la storia meriterebbe. Intanto Petkovic preannuncia quella che per la lazio sarA� la��ennesima causa legale, deciso a far valere i propri diritti.A� Con ogni probabilitA� il tribunale assegnerA� una��altra sconfitta per la��avvocato Gentile a�� dal bilancio si evince che la Lazio ha speso sui nove milioni di euro nelle cause legali a�� visto che non sembrano sussistere violazioni regolamentari e procedurali che autorizzino il licenziamento A�per A�a�?giusta causaa�? . Ma questo saranno i giudici a dirlo, la��unica cosa certa A? che ora ca��A? una sessione di mercato A�appena iniziata e che dovrA� portare a due innesti importanti anche se per ora tutto tace mentre molti si aspettavano trattative pressochA? chiuse od addirittura annunci giA� pronti. Da Cannavaro a Djordjevic passando per Quagliarella fino ad improbabili sconosciuti albanesi, ballano diversi nome come del resto in ogni periodo di calciomercato in casa Lazio. Trattative sempre difficili e che sfumano in extremis, ma ora ca��A? in ballo la B e la concretezza deve diventare il dogma di questo mese per salvare una stagione che, oltre ad essere nuovamente deludente, rischia di diventare addirittura fallimentare. Perso ogni sogno europeo e di vertice, ca��A? da guadagnarsi una salvezza tranquilla, come capitava alla -ahimA?- famosa a�?laziettaa�? alla quale questa gestione sembra volerci riportare, in termini tecnici, non certo affettivi. Cinque gare difficilissime, in cui sarA� difficile far punti, a partire da domani sera con la��Inter, ma A? proprio questi sono i momenti da Lazio ed i tifosi lo sanno e sono pronti alla pugna, la��importante lo stesso sia anche per i protagonisti di queste battaglie.

Massimiliano Marsili

About Massimiliano Marsili

View all Posts

Romano de Roma, è ormai prossimo alle 50 primavere. Dopo la famiglia, la vita all'aperto è stato da sempre il suo secondo amore. Una vita nello sport con il grande hobby del giornalismo sportivo. Per poco non è diventata la principale attività lavorativa ma la passione non si è mai sopita. Basket e Calcio hanno rappresentato ed in parte tutt'ora lo sono parte della sua vita.... sport praticati a tutti i livelli, giocatore allenatore ed arbitro. Parimenti le esperienze radiofoniche con diverse emittenti e strutture locali e nazionali, sia web che FM. Laziale doc, amante di tutto il movimento biancoceleste che segue in diversi siti e blog. Con grande piacere ed entusiasmo si è lasciato coinvolgere dal progetto di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.