Road to Brasil: Gruppo F (Argentina, Bosnia, Iran, Nigeria)

arjentinaaaaaNon ci sono squadre europee nel girone piA? inedito dei Mondiali: l’Argentina lotterA� infatti contro Bosnia, Iran e Nigeria, squadre che nel 2010 non erano in Sudafrica.

Tante le new entry quindi, anche seA�non per questo sarA� un gruppo di scarso livello, poichA� la Bosnia di Edin Dzecko e la Nigeria di Onazi faranno valere le ottime qualitA� messe in campo nelle qualificazioni, mentre gli iraniani onoreranno sicuramente al massimo la prima partecipazione al Campionato del Mondo.

ARGENTINA

AlejandroA�Sabella vola inA�BrasileA�con la certezza di poter arrivare fino in fondo. “Possiamo vincere i Mondiali” ha recentemente dichiarato Diego Maradona, che vede nell’Albiceleste una squadra completa: Ricky Alvarez, Hugo Campagnaro e Rodrigo Palacio dall’Inter e David Biglia dalla Lazio contribuiscono a portare un po’ di Italia nel girone ben lontano da ogni paese del Vecchio Continente.

PuA? essere l’anno della consacrazione nella storia (piA? di quanto non sia giA� avvenuto) per Leo Messi: la Pulce ha la possibilitA� e probabilmente le capacitA� per eguagliare quanto fatto dal “Pibe de Oro”, ovvero trascinare l’Argentina sul tetto del mondo.

BOSNIA ERZEGOVINA

Ediz Dzecko e Miralem Pjianic sono le stelle di una squadra che vede nelle sue fila anche la presenza di Senad Lulic e Emir Spahic. Rivelazione degli ultimi quattro anni, gli uomini di Safet SusicA�puntano ad arrivare come minimo oltre i gironi, forti di un gruppo in cui solo l’Argentina puA? considerarsi piA? forte tecnicamente. La storica qualificazione puA? dare la carica per sconfiggere una Nigeria e soprattutto un Iran che evoca ai bosniaci piacevoli ricordi: proprio contro gli asiatici A? arrivata infatti la prima vittoria in campo internazionale, nel 1993.

NIGERIA

Notizia di pochi giorni fa A? la non-convocazione di Victor Obinna nei 23 che parteciperanno ai Mondiali: l’attaccante del ChievoVerona lascerA� infatti spazio a giovani come Ezekiel e Uchebo, dopo 49 presenze in gare ufficiali con le Super Aquile. I Campioni d’Africano vantano nelle loro fila centrocampisti del calibro di Victor Moses e Ogenyi Onazi, ai quali si affideranno per provare a strappare il pass per gli ottavi, senza fare dunque affidamento sul ventisettenne “italiano” e su Oduamadi, esclusi dal c.t. Stephen Keshi. Molto probabilmente assisteremo ad una lotta per il secondo posto con la Bosnia, in cui la Nigeria dovrA� saper sfruttare l’esperienza accumulata nelle varie competizioni giocate finora, fra cui la Confederations Cup dell’anno scorso.

IRAN

Carlos Queiroz A? alla guida di una Nazionale che non vanta fra i suoi membri nomi particolarmente noti. Javad Nekounam A?, con 136 presenze, l’indiscusso capitano degli asiatici, mentre Jalal Hosseini rappresenta un’altra bandiera della Nazionale Iraniana, che giunge in Brasile per onorare al massimo laA�competizioneA�e dare lustro ad una storia calcistica tutt’altro che povera: l’ultimo mondiale A? datato 2006, e la partecipazione a Brasile 2014 contribuirA� a far crescere la popolaritA� di questo sport nel Paese.

Forti di un gruppo compatto, Nekounam e compagni sapranno comunque farsi valere nel Mondiale delle possibili rivelazioni.

Jacopo Brama

About Jacopo Brama

View all Posts

Un lunedì di tanti anni fa, seduto all’ultimo banco di una terza elementare, conobbi la prima pagina della Gazzetta e ne rimasi folgorato. Qualche primavera dopo porto nel cuore lo stesso sogno: trasmettere al mondo sentimenti ed emozioni che solo lo sport sa regalare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.