Sacripanti: ricomincio da cinque

A? una Scandone quasi al completo quella che in questi giorni si sta allenando al palazzetto. Squadra nuova al 50% ma con un’ossatura importante proveniente dallo scorso, splendido campionato. Green, Ragland, Leunen, Severini, Parlato sono stati collante e benzina della squadra che fu. Ed A? anche per questo che il coach si A? prodigato in ogni maniera per convincere dirigenza e giocatori che era proprio da loro che doveva ripartire la Sidigas 2016/2017. Fa specie soprattutto il sA� incondizionato di Joe Ragland, frutto quasi esclusivamente delle modalitA� di utilizzo in campo da parte dell’allenatore e del bellissimo feeling creatosi nello spogliatoio e con lo staff tecnico. Stupisce anche il sA� di Severini, cercato da altre franchigie, forse meno nobili e di serie minori, ma che gli avrebbero assicurato minuti e esperienza sul parquet. Stupisce ma non piA? di tanto considerata la fiducia crescente di Sacripanti le cui parole di apprezzamento verso il giocatore erano e sono anche oggi all’ordine del giorno. Green aveva espresso il desiderio di chiudere la carriera ad Avellino. Speriamo sia cosA�, speriamo sia il piA? tardi possibile. Parlato ha compiuto 30 anni. A? giocatore solido e maturo. PotrA� e dovrA� ritagliarsi spazio e minutaggio per allungare le rotazioni della squadra. E dei nuovi acquisti? Ci riserviamo di esprimerci dopo averli visti all’opera. Per ora sono solo nomi sul taccuino di un DS, Nicola Alberani, che ha dimostrato di essere grande conoscitore di basket. 

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.