Salah ancora in rete, I Viola espugnano san Siro dopo 15 anni (0-1)

Image00124

1 Marzo 2015, molti ti fosi viola si ricorderanno questa data, sì perché finalmente dopo 15 anni si sfata un tabù che sembrava destinato a durare per tantissimo tempo, e invece una Fiorentina che nonostante fosse rimasta in 9 uomini è riuscita a difendere il vantaggio firmato da un infermabile Salah,sempre più protagonista. Ma andiamo a riassumere la sfida.

I primi minuti sono giocati con palleggi sia per i nerazzurri che per i viola, ma nessuna delle due riesce a imporsi sull’avversario. Si, qualche pallone per uno sfortunato Babacar (che viene sostituito per infortunio dall’uomo partita Salah) ma il senegalese non riesce a prendere il controllo della situazione.

Il primo brivido si manifesta quando Guarin con un fendente micidiale va a scheggiare il palo. Poche occasioni però da evidenziare ancora, la più significativa per la Fiorentina è la punizione di Diamanti, che dal limite trova i guantoni di Handanovic, poi poco o niente.

Secondo tempo che trova la Fiorentina imporsi per i primi 10 minuti della ripresa, fino al gol di Salah, nato grazie a Badelj che pesca sulla fascia Pasqual, che mettendo un cross in mezzo trova la brusca respinta del portiere, l’egiziano è reattivo e a portiere battuto segna lo 0-1!

La svolta è quando la Fiorentina rimane in 10, Montella inspiegabilmente sceglie di cambiare Vargas per Aquilani e non l’infortunato Savic. Questo causa una superiorità evidente dell’Inter che però si divora davvero tanto. Ad esempio Palacio si divora il gol davanti a Neto, con un tiro inutile che viene raccolto coi guanti da Neto. Ma è il portiere brasiliano il vero protagonista del finale di partita,l a Fiorentina rimane in 9 dopo che anche Tomovic a cambi esauriti si infortuna,e sta a Neto difendere la porta dalle incursioni nemiche.

Lo fa davvero bene, a pochi minuti dal termine Palacio stacca di testa,tiro dritto sotto la traversa, ma Neto vola e salva tutto.

Finisce dunque 0-1 la partita ,e dopo 15 anni di digiuno al Meazza i viola tornano a gioire, e tornano anche a sperare nel terzo posto, perché dopo la pesante sconfitta del Napoli le distanze si accorciano, tutto è possibile ora,sempre dare il massimo…mi raccomando!

Il mese di Marzo è stato preventivato come il più difficile e impegnativo del ciclo Montella, ma una squadra così può davvero riuscire a raggiungere grandi traguardi.

Forza Viola, avanti così!

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*