Sassari – Avellino. Non solo basket. Tenores e gara di solidarietà.

logo fondazioneQuesta sera in occasione della partita Dinamo-Avellino, in diversi punti di accesoo al PalaSerradimigni, saranno allestiti i banchetti di raccolta di fondi per dare una mano a Cristina Rosa, una giovane ragazza sarda affetta da una malattia rara, la Neuroborreliosi di Lyme. Per potersi curare Cristina si è dovuta rivolgere alla clinica di Washington D.C., unica struttura specializzata al mondo nella cura di questa patologia. Grazie a queste cure specialistiche e alla fisioterapia eseguita nel Centro di riabilitazione di Oristano, la ragazza sta riacquistando la sua salute, ma per poter proseguire le cure deve tornare negli Stati Uniti. Il costo del viaggio e delle terapie è molto elevato e per affrontarlo ha bisogno dell’aiuto di tutti, perché interrompere ora le cure significherebbe toglierle la possibilità di guarire e la speranza di continuare a vivere.

Dinamo e Fondazione Dinamo sostengono la raccolta fondi e invitano tutti i tifosi a dare la loro offerta ai banchetti allestiti all’interno del PalaSerradimigni o eventualmente attraverso C/C – IBAN: IT 78C 03069 17411 100000011090, causale: aiutiamo Cristina.

Inoltre, sempre in occasione della sfida di campionato con la Scandone Avellino, in programma alle 20:45 , i Tenores di Bitti “Mialinu Pira” vestiranno i panni delle guest star e si esibiranno in alcuni brani tradizionali. Già ospiti in diverse occasioni del PalaSerradimigni e tra i protagonisti del calendario Dinamo Island 2017 dello scorso anno, si rafforza il solido rapporto di amicizia che lega il club di via Nenni e i Tenores che questa sera regaleranno al pubblico del palazzetto un’esibizione unica. Dichiarato dall’Unesco Patrimonio orale e immateriale dell’Umanità nel 2005, il canto a tenore è uno stile tradizionale del canto corale isolano, espressione del mondo agro-pastorale. Il canto si esegue a quattro voci, il quartetto è composto da su bassu (il basso), sa contra (il baritono), sa mesa ‘oche (il contralto) e sa ‘oche (la voce solista). La voce solista canta la poesia e ha il compito di scandire il ritmo e la tonalità che il coro deve eseguire: su bassu è la prima voce, sa contra la seconda e sa mesa’oche è quella che addolcisce la melodia, completando la polifonia del terzetto

La parola ai coach:

Pasquini: “Affrontiamo Avellino che è l’unica squadra che ha vinto a Milano, che è seconda in classifica ed è in corsa per passare il turno in Basketball Champions League. Sappiamo che è una squadra fatta di giocatori esperti che vivono per queste sfide. Dovrà essere un impegno che affrontiamo con il massimo della condizione da subito perché è una sfida contro un avversario che da subito ti aggredisce e non ti permette di aspettare. Nel roster hanno pedine del calibro di Rich, Leunen, Filloy, Fitipaldo che giocatori che vivono per sfide del genere. Dal punto di vista tecnico tattico sappiamo che il pick and roll di Filloy e Fitipaldo, il talento di Rich e la fisicità di Fesenko sotto canestro sono le cose su cui si appoggiano per fare il loro gioco, consapevoli che il loro attacco ha diverse pedine, come ad esempio Wells. Giochiamo contro una squadra di alto livello: dobbiamo essere pronti e preparati.”

Sacripanti: “Quella di oggi sarà una bella sfida di basket, che rappresenterà per noi, dopo una serie di nostre prestazioni solide e concrete, un esame molto impegnativo e stimolante. Sarà una partita importante contro la squadra che in questo momento è forse la più in forma di tutto il campionato: tranne la sconfitta registrata contro Venezia, infatti, è riuscita a vincere una serie di partite alzando la qualità di gioco. Sassari ha un roster composto da 11 giocatori di altissimo livello e credo sia attualmente una delle formazioni da temere di più: è infatti tra le prime squadre per punti di realizzazione e sicuramente una delle compagini in lizza per il titolo. Credo che la gara se la aggiudicherà la squadra che riuscirà a controllare di più il ritmo, i rimbalzi e a diminuire le palle perse: da qui nasceranno poi tutti i giochi d’attacco e gli 1 contro 1. Parliamo quindi di una doppia sfida: non solo Avellino contro Sassari ma anche ruolo contro ruolo, poiché assisteremo a degli accoppiamenti molto interessanti.”

Angelo Michele Santoro

About Angelo Michele Santoro

View all Posts

Nato nel lontano 1975, percorro l’Italia in lungo e in largo più della maglia rosa al Giro. Prima Como, poi Avellino, passando per Modena e Novara ma non disdegnando qualche capatina a Roma. Qualcuno dice che io sia leggermente sovrappeso ma è solo invidia. Sport preferiti: basket e sollevamento forchetta che pratico entrambi da amatore con risultati pessimi da una parte e fin troppo buoni dall’altra. Da 15 anni dico tutte le mattine di andare in ufficio dedicandomi in realtà alla mia passione: guardo gli operai dei cantieri in città. Lettore accanito, giornalista, scrittore prolisso e parlatore logorroico, mi riconosco soltanto un grande difetto. Non finisco mai ciò che iniz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*