Sassuolo, 3-5-2 per sperare almeno in un pari con la Lazio

sasssuolo1Strano il calcio eh? E per questo bello, affascinante, imprevedibile da tenere i tifosi attaccati alla sedia ogni settimana.

Prendiamo il Sassuolo: scorso anno campionato(serie B) da protagonista con vittoria dello stesso, in questa stagione invece lo troviamo, dopo 5 giornate, ultimo a pari del Catania, con 2 goal fatti e ben 16 subiti.

Nello score di sicuro incide il pesante 0-7 patito contro l’Inter(amala, pazza Inter amala) di mister Mazzarri, e l’1-4 subito sempre in casa dal Livorno.

Nella partita contro i Toscani però c’è stato il primo goal in seria A dei neroverdi, grazie al promettente Simone Zaza(18 goal in 35 partite con l’Ascoli nello scorso campionato cadetto).

E domani arriva la forte Lazio di Petkovic, squadra alla quale ancora brucia la sconfitta nel derby capitolino per 2 – 0 ad opera degli odiati cugini giallorossi.

Se pensiamo che il Sassuolo nelle prime due partite casalinghe ha subito 11 goal e messo a segno solo 1 rete, speranze ce ne sono poche; è anche vero, e qui metto mano al taccuino delle statistiche, che la Lazio nelle ultime sette partite di campionato ha alternato una vittoria casalinga a una sconfitta esterna.

Statistiche a parte, il tecnico Di Francesco è positivo e afferma:”Con la Lazio cerchiamo la svolta. In settimana ho lavorato con la squadra puntando sull’aspetto psicologico. Ho avuto ottime risposte dal team contro il Napoli, dove siamo stati bravi a mantenere il giusto atteggiamento, dove gli attaccanti sono stati i primi difensori, dove abbiamo interpretato la partita nel modo più giusto. Siamo stanchi ma credo che anche la Lazio non sarà fresca.

Sarà fresca o tiepida non importa, personalmente credo che i biancocelesti daranno una bella lezione ai neroverdi.

Domani si vedrà.

Di sicuro e purtroppo mancherà il forte difensore Antei, classe 92 e scuola Roma, che a causa di una contrattura salterà il suo personale derby.

Tra gli indisponibili poi troviamo ancora Marrone, Valeri, Gazzola, Terranova e Gomes.

La probabile formazione del Sassuolo contro la Lazio è questa:  modulo 3-5-2 con Pegolo in porta, in difesa troviamo Bianco e Marzorati sulle fasce, Acerbi come centrale; nel folto centrocampo abbiamo Schelotto a destra, Longhi a sinistra, e poi Kurtic, Magnanelli e Missiroli; in attacco la coppia sarà formata da Zaza e Berardi.

Credo, anzi ne sono certo, che alla fine Di Francesco proporrà un tridente con Schelotto e Berardi in fascia, e Zaza unica punta.

Curiosità: Schelotto ha segnato il suo primo goal in serie A proprio contro la Lazio, nell’aprile 2011 quando militava nel Catania.

Un pareggio sarebbe, anzi è, il risultato a cui può ambire, o sperare, il Sassuolo in questa difficile partita casalinga.

Inter, Napoli e ora Lazio: il calendario di certo non è stato favorevole al momento, ma comunque son partite che prima o dopo si sarebbero dovute giocare.

Meglio ora? Tolto il dente, tolto il dolore?

Dopo l’esame Lazio sapete contro chi giocherà i prossimi due match il team del patron Squinzi?

Ve lo dico io: Parma e Bologna = derby x 2.

Ma concentriamoci sull’incontro di oggi: Sassuolo – Lazio ore 15:00

Dai, tutti insieme, un grido: Forza Sasòl, forza ragazzi.
Luca Vedovelli