Sconfitti ma solo nel punteggio

juventus_romaJuventus vs Roma - Serie A Tim 2013/2014Juventus vs Roma - Serie A Tim 2013/2014

Una sconfitta pesante solo nel punteggio, sicuramente eccessivo per il gioco reale visto in campo. Un Roma ben messa, aggressiva dal primo minuto, ha dimostrato che nella lotta per il titolo ca��A? e non ha alcuna intenzione di mollare. Abbiamo visto momenti in cui la a�?corazzataa�? Juventus era completamente nella propria metA� campo, con Tevez e Llorente a difendere come mediani alti, e un provvidenziale Buffon ha impedito che la Roma andasse in vantaggio in piA? di una��occasione. Purtroppo nelle uniche 2 distrazioni di una grande (finora) difesa la Juventus ha colpito. Sul rigore da segnalare una grossa spinta di Bonucci (inguardabile) a Castan che lo ha costretto ad alzare le braccia per non perdere la��equilibrio e colpire il pallone con la mano causando rigore ed espulsione. Nulla da eccepire sulla��espulsione di De Rossi (fallo volontario) a parte che per un fallo simile a Chiellini A? stata data solo la��ammonizione. Ora si riparte con grinta e coraggio, consapevoli di avere un ottimo allenatore ed un organico in grado di competere per lo scudetto, arricchito proprio oggi dalla��arrivo di Nainggolan e Paredes (solo dal prossimo campionato probabilmente). In attesa di qualche altro colpo di mercato godiamoci il secondo posto e restiamo fiduciosi in Garcia. Da segnalare la fantastica intervista di Morgan De Sanctis a fine partita ai microfoni di Sky, che potete leggere a seguire.Juventus vs Roma - Serie A Tim 2013/2014

De Sanctis: A�Non puA? parlare soltanto la JuveA�

A�”Cosa ha la Juve in piA? di noi? Dopo stasera direi solo gli otto punti, anche se A? proprio quel che conta…“. Morgan De Sanctis lo dice dopo lo 0-3 subito dalla sua Roma in casa bianconera. “Su una cosa i giocatori Juve hanno ragione, il campo dA� le risposte, la Juve A? forte, ma il sistema italiano la rende piA? forte. Penso al vantaggio dello stadio, a una certa sudditanza e non A? che se uno dice qualcosa in questo sensoA�deve stare zitto, perchA? parla contro il pensiero Juve. Se potesse parlare solo chi vince, sarebbe finita”.

 

 

 

Steve Gusmann

About Steve Gusmann

View all Posts

Stefano Tiberi nasce a Roma nel 1960 e da quel giorno è giallorosso, a fine anni '70 acquisisce il nome d'arte di Steve Gusmann e comincia a girare l'Italia come dj in discoteche e radio, suona e dipinge da sempre ma non abbandona mai la passione per la Magica!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.