Segnali di risveglio?

legialazio1Eppur si muove. La celebre frase attribuita a Galileo Galilei calza a pennello su quanto la Lazio ha esibito in quel di Varsavia. Contro un Legia, privo di diversi titolari e relegato nel fondo della classifica del girone di Europa League, gli uomini di Petkovic sembrano mostrare una benchA� minima reazione alle opache prestazioni che stanno caratterizzando questo campionato. La delusione A? grande nella��ambiente biancoceleste ma nella��ennesima variazione di uomini e moduli si intravede qualche barlume di luce. Troppo presto per illudersi o per guardare serenamente al futuro, come giA� successo dopo la trasferta di Parma. Il divario tecnico A? troppo evidenteA� ed anche una Lazio cosA� allo sbaraglio non poteva fallire i tre punti. Dal campo tuttavia traspare una insolita grinta od almeno una apparente voglia di fare contornata da una buona affermazione di due dei nuovi arrivati. Perea e Anderson, infatti, siglano il doppio vantaggio a suggello di una buona gara che li ha visti a tratti davvero irresistibili. Il tutto perA? sempre nella��ottica di un confronto impari sul piano tecnico tattico contro un avversario decisamente modesto. Ma tanta��A?, visto che anche altre occasioni simili erano state fallite in precedenza. Il giovane colombiano e KeitA� rappresentano senza dubbio il futuro per la Lazio ma avrebbero bisogno di un tutor, di un attaccante di spessore sotto la cui ombra crescere e migliorare. Per questo occorrerA� che a Gennaio si punti ad un nome che soddisfi questa necessitA� visto che non si puA? pretendere da questi giovani la��esperienza necessaria per affrontare la serie A, considerato che Klose sarA� poco presente. Biglia appare ancora spaesato e chiuso negli equivoci tattici di Petkovic che sembra non averne ben individuato la��esatta collocazione in campo. Si diceva del mercato invernale. La difesa ancora una volta A? stato il reparto piA? in difficoltA�. Tolto Radu, il reparto arretrato A? andato spesso in affanno al cospetto dei modestissimi avanti polacchi. Cana tanta grinta ma poco costrutto in un ruolo adattato, Ciani imbarazzante per non dire altro e Cavanda sempre approssimativo quando si tratta di difendere. Vedere un Ciani andare in grave disagio tanto da commettere errori elementariA� A? davvero troppo per una squadra che dovrA� assolutamente rinforzare il pacchetto difensivo. Almeno il risultato questa volta sorride alla Lazio che senza strafare si A? guadagnata matematicamente la��accesso ai sedicesimi di EL. Il massimo col minimo sforzo ed in questo periodo A? giA� un gran risultato per la societA� di Lotito. Hernanes deve giocare con continuitA� ed il gioco ancora latita ma almeno dalla trasferta polacca torna una Lazio rinfrancata dal risultato e da una prestazione tutto sommato dignitosa, di quelle che ti permettono di lavorare con serenitA� a patto che non si proceda a passo di gambero. Lunedi ci sarA� il Napoli, non infallibile in trasferta ma assetato di punti. SarA� la��occasione giusta per vedere se col Legia A? stato un altro fuoco di paglia o la��inizio di un nuovo patto di spogliatoio.

Massimiliano Marsili

About Massimiliano Marsili

View all Posts

Romano de Roma, è ormai prossimo alle 50 primavere. Dopo la famiglia, la vita all'aperto è stato da sempre il suo secondo amore. Una vita nello sport con il grande hobby del giornalismo sportivo. Per poco non è diventata la principale attività lavorativa ma la passione non si è mai sopita. Basket e Calcio hanno rappresentato ed in parte tutt'ora lo sono parte della sua vita.... sport praticati a tutti i livelli, giocatore allenatore ed arbitro. Parimenti le esperienze radiofoniche con diverse emittenti e strutture locali e nazionali, sia web che FM. Laziale doc, amante di tutto il movimento biancoceleste che segue in diversi siti e blog. Con grande piacere ed entusiasmo si è lasciato coinvolgere dal progetto di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.